MotoGP Brno 2017, Valentino Rossi: “Dobbiamo diventare più furbi”

Valentino Rossi commenta la gara della MotoGP Brno 2017. Il cambio di moto è stato deciso un giro troppo tardi e questo ha compromesso la possibilità del podio

da , il

    MotoGP Brno 2017, Valentino Rossi: “Dobbiamo diventare più furbi”

    La Yamaha si è dimostrata veloce in questo weekend della MotoGP Brno 2017 ma Valentino Rossi deve accontentarsi di un quarto posto (rivivete qui la gara). Decisiva la tattica di gara, cioè la scelta del momento di rientrare al box per il cambio di moto quando la pista (che era ancora abbastanza bagnata alla partenza, quindi tutti hanno montato le gomme rain) si stava asciugando. Una decisione che è stata perfetta alla Honda e questo ha fatto vincere Marc Marquez (qui le dichiarazioni del vincitore). Invece il team di Rossi ha indugiato un po’ troppo, quanto bastava per lasciare sfumare le chances di lottare per le posizioni di testa. Lo stesso errore commesso dalla Ducati e da molti altri team (qui i commenti degli altri protagonisti).

    LE DICHIARAZIONI DI VALENTINO ROSSI DOPO LA GARA DELLA MOTOGP BRNO 2017

    Il Doctor non ha avuto difficoltà ad ammetterlo dopo la gara: “Questa volta la responsabilità non è tutta mia, ce la dividiamo. A parte gli scherzi, abbiamo deciso col box che avremmo controllato quello che faceva Marc e mi avrebbero dato la segnalazione sulla lavagna. Purtroppo hanno aspettato troppo ad espormi la tabella, un giro in più, si tratta di dieci secondi. Strategie a prescindere è difficile farne, perchè ci sono molte cose che cambiano. Ma Marquez è molto furbo, non mi sorprenderei se quel momento del cambio lo avessero deciso fin dall’inizio. Loro sono stati più bravi e più furbi“.

    Fra i commenti del dopo corsa, è stato rimarcato che l’uso delle comunicazioni visive sul cruscotto, in fase di adozione dai vari team, avrebbe potuto offrire molti vantaggi in una situazione come quella di Brno. Yamaha non lo aveva. Rossi ha detto che “Siamo un po’ indietro col dashboard in Yamaha, non siamo ancora pronti, ci avrebbe aiutato molto oggi. Però è stata una bella gara, mi dispiace molto non essere arrivato sul podio. Ma sono stato sempre molto veloce. Siamo stati un po’ sfortunati e anche somari, bastava fermarci un giro prima. Mi sono trovato bene con la moto. Dobbiamo continuare così e dobbiamo anche diventare un po’ più furbi“.

    Valentino rivive i momenti principali della gara: “Quando ho proseguito con Dovizioso mentre gli altri rientravano e mi sono trovato davanti, ho detto: però, questa volta è andata bene; poi invece quando sono rientrato mi hanno superato tutti. Ma ho fatto un bel duello con Petrucci, ho lottato con le unghie e i denti. Nel mondiale siamo ancora tutti attaccati, peccato non aver recuperato punti a Maverick. Ci riproveremo la settimana prossima in Austria. Noi dobbiamo lavorare ancora tanto sulle gomme, ho fatto il mio giro veloce a tre giri dalla fine, non ero male. Sull’asciutto sarei stato competitivo per il podio“.