MotoGP Brno: Pedrosa sfida Lorenzo

Daniel Pedrosa sta correndo quest'anno una delle sue migliori stagioni da quando partecipa nel campionato del mondo MotoGP

da , il

    MotoGP Brno 2010 - Dani Pedrosa

    Daniel Pedrosa sta correndo quest’anno una delle sue migliori stagioni da quando partecipa nel campionato del mondo MotoGP… Peccato abbia trovato sulla sua strada un Lorenzo praticamente imbattibile! E domenica a Brno il rider Honda cercherà nuovamente di battere il maiorchino della Yamaha: il titolo mondiale sembra ormai saldamente nelle mani di Porfuera, ma non di soli punti vive il pilota e una vittoria nel Gran Premio di Repubblica Ceca potrebbe spingere Pedrosa a una seconda parte della stagione all’arrembaggio, mettendo un po’ di pepe su un mondiale MotoGP altrimenti piuttosto insipido.

    A Dani Pedrosacome ad altri suoi colleghi centauri – il circuito di Brno piace molto perché difficile e spettacolare: “Brno è uno dei circuiti più difficili del calendario, fisicamente è molto esigente, ma è anche molto divertente da guidare su una MotoGP. Ha tutto quello che c’è: grandi cambi di pendenza, curve molto veloci dove è necessario far scorrere la moto e anche zone di frenata difficili in cui la stabilità è molto importante. Direi che c’è solo una buona linea, quindi è fondamentale essere concentrati durante tutto il giro per ottenere un buon tempo ed è un circuito molto lungo.”

    E lo spagnolo del Team Repsol Honda nella sfida a Jorge Lorenzo potrà anche beneficiare di uno stato di forma mai avuto nelle passate stagioni: “Questa è sicuramente stata una delle mie pause estiva migliori degli ultimi anni. Non ho fatto nulla di speciale, ma ho avuto un grande momento con i miei amici, ci siamo divertiti un sacco a fare surf sulla spiaggia e sono stato in grado di pensare solo a divertirmi e a stare tranquillo, anziché lavorare per recuperare da un infortunio come gli ultimi anni anni. C’è una grande differenza per ricaricare le batterie e andare nella seconda parte della stagione con ancora più energia. Ora non vedo l’ora di tornare in sella a Brno.”