MotoGP Brno. Vale al massimo, anche se il risultato è minimo

MotoGP Brno

da , il

    valentio rossi motogp

    Nulla da fare per Valentino Rossi che, però, non molla.

    La sua conferenza stampa a fine gara, in cui Valentino parla attraverso ub comunicato stampa,è una continua analisi del risultato e ricerca di soluzioni per il futuro.

    Ci aspettavamo una gara difficile – racconta il comunicato stampa – perché il nostro potenziale non era molto alto dopo gli ultimi due giorni. Tuttavia è andata peggio di quanto mi aspettassi! All’inizio ho cercato di mantenere il mio ritmo ma dopo appena sette o otto giri le gomme hanno iniziato a scivolare a da quel momento in poi non ho più potuto aprire il gas. Durante il weew-end abbiamo fatto tutto il possibile per trovare una maggior trazione. Abbiamo modificato di molto l’assetto per cercare di trovare una soluzione in grado di far lavorare le gomme ma, sfortunatamente, durante la corsa non abbiamo avuto grip. Inoltre, con l’assetto che siamo costretti ad usare, dobbiamo sacrificare parte della nostra velocità in curva e anche questo ci ha rallentato. Oggi è stato veramente difficile. Sono stato capace di fare 1’59″ al via ma dopo pochi giri la gomma ha accusato un drastico calo e a quel punto non ho potuto far altro che attendere la fine della gara. Ho vissuto momenti duri con Capirossi all’inizio; in alcuni punti ero più veloce di lui ma non riuscivo a superarlo perché mi staccava sul rettilineo. Ero riuscito a superarlo ma mi è rimasto a ruota e non sono riuscito a distanziarlo. Ho spinto a fondo quanto ho potuto; a quel punto non ero né più veloce né più lento ma subito dopo le mie gomme sono finite ed è arrivato anche Vermeulen e, nuovamente, anche Loris. Sono dispiaciuto perché non sono stato in grado di tentare di lottare con loro. Verso la fine ho dovuto spingere al limite per stare davanti a De Puniet e, fortunatamente, ci sono riuscito ma eravamo molto lontani da una buona prestazione. Ho cercato di cambiare il mio stile, di guidare in modo differente per migliorare la situazione ma non è servito. Adesso abbiamo dei test da fare ma in realtà la nostra situazione è abbastanza malmessa e dobbiamo affrontare un pò di problemi. Cercheremo di fare del nostro meglio nei prossimi due giorni di lavoro e di cercare qualcosa di diverso per le prossime gare. Dobbiamo attendere per vedere quale soluzione riusciremo a trovare ma certamente sarà molto difficile farlo“.