MotoGP, Casey Stoner duella con Valentino Rossi

Terzo podio in tre gare per Casey Stoner: l'australiano della Ducati ieri sul tracciato di Sachsenring ha dato vita insieme al "convalescente" Valentino Rossi a un grande spettacolo, una sequenza di sorpassi e contro-sorpassi che si è risolta in favore del ducatista solamente all’ultima curva

da , il

    casey stoner 2010

    Casey Stoner ha ottenuto sul circuito di Sachsenring il suo terzo podio consecutivo al termine di una lunga battaglia con Valentino Rossi (Team Fiat Yamaha).

    Il pilota della Ducati ha avuto la meglio sul campione del mondo in carica della MotoGP solamente nel finale, quando è riuscito a sferrare l’attacco decisivo e a superarlo in fondo alla “Waterfall”. Il ducatista è riuscito a trovare uno spiraglio all’ultima curva e ha infilato il Dottore rubandogli l’ultimo gradino del podio.

    Terzo podio in tre gare per Casey Stoner: l’australiano della Ducati ieri sul tracciato di Sachsenring ha dato vita insieme al “convalescente” Valentino Rossi a un grande spettacolo, una sequenza di sorpassi e contro-sorpassi che si è risolta in favore del ducatista solamente all’ultima curva.

    Nella prima parte di gara non avevo un grande feeling, sicuramente meno aderenza rispetto alle prove. Ho fatto il possibile per rimanere con i primi ma un decimo dopo l’altro stavo perdendo il contatto,” ha dichiarato Stoner, partito dalla prima fila e terzo quando la gara è stata interrotta al nono giro per un incidente, “Per questo motivo per la seconda parte di gara abbiamo deciso di montare una gomma che avevo usato ieri in qualifica. E’ stata una buona scelta perché ho trovato subito un grip migliore e ho potuto spingere di più. Sfortunatamente sono rimasto dietro a Dovi in partenza e quando l’ho superato i primi due ormai erano lontani.”

    Ma l’australiano restando dietro ci ha omaggiato di un emozionante duello con Valentino Rossi:Nella prima gara il passo di Valentino era leggermente migliore del nostro e così è stato anche nella seconda. Ha recuperato velocemente e quando mi ha superato onestamente non credevo di riuscire a seguirlo,” ammette il rider della Desmosedici, “Ce l’ho messa tutta per stargli incollato e abbiamo fatto una bella battaglia, bei sorpassi. Ho fatto la mia mossa in fondo al discesone dove lui ha cercato di chiudere la linea per non lasciarmi spazio ma ormai ero dentro. Ci siamo toccati lievemente ma è stato un bel duello pulito da parte di entrambi e sono felice di aver fatto il podio.”