Motogp Catalunya: Daniel Pedrosa e i guard-rail assassini

Daniel Pedrosa festeggia a Barcellona con una bandiera con l'icona dei guard-rail assassini

da , il

    Daniel Pedrosa Barcellona

    La gara di Montmelo’ di Daniel Pedrosa puo’ essere definita “la gara perfetta”: partenza a razzo e vittoria in solitaria. Ma la cosa piu’ bella della gara del pilota Honda e’ stato il modo in cui ha festeggiato: al posto di sbandierare i colori della spagna o di festeggiare con qualche trovata gogliardica, ha preferito portare al giro d’onore una bandiera che ricorda la pericolosita’ dei guard-rail per i motociclisti.

    Grande prova d’intelligenza per Pedrosa. Un pilota definito forse troppo serioso dagli addetti ai lavori, ma che ha dimostrato di essere consapevole dei pericoli che tutti i tifosi delle due ruote corrono quando salgono in moto anche se non raggiungono le velocita’ della Motogp. I guard-rail possono essere letali anche a velocita’ bassissime: una semplice scivolatata potrebbe trasformarsi in una disgrazia.

    Avevamo gia’ parlato della Associazione Motociclisti Incolumi, che da anni si batte per la sicurezza degli utenti a due ruote delle strade italiane, per la donazione del cinque per mille che permetterebbe di affrontare le battaglie per i diritti in maniera ancora piu’ mirata e efficace.

    Daniel Pedrosa ha guadagnato 25 punti per la classifica mondiale. Nel cuore dei motociclisti veri, di punti, ne ha guadagnati molti di piu’.