MotoGP Catalunya. Esteve Rabat in coma farmacologico, Jorge Lorenzo trauma cranico

Esteve Rabat in coma farmacologico nel Gp di Catalunya, gara che Lorenzo sarà costretto a saltare

da , il

    Esteve Rabat

    Queste sono di quelle cose di cui non si vorrebbe mai raccontare.

    Triste il bollettino medico di questa prima giornata di prove sl circuito di Montmelò.

    Di incidenti nel MotoMondiale ne succedono molti, alcuni dei quali fortunatamente senza importanti conseguenze per i piloti.

    Altre volte, invece…

    …succede come in questo incipit di week end del GP di Catalunya in cui due piloti sono fuori combattimento ancor prima di iniziare la competizione, uno dei quali in condizioni gravi.

    La MotoGP perde Jorge Lorenzo a causa di un trauma cranico: il pilota spagnolo non prenderà parte alla gara di domenica per motivi precauzionali, e questo è un durissimo colpo per il team mate di Valentino.

    Condizioni ben peggiori e sorte avversa, invece, per il pilota di 125cc Esteve Rabat, nato il 25 Maggio 1989 e attualmente in forza al team KTM.

    Anch’ egli spagnolo, è stato ricoverato d’urgenza a Barcellona in stato di coma farmacologico, dopo una caduta a bassa velocità che non dava adito a problemi così serii.

    Invece, è il Dottor Costa a chiarire la triste situazione: “Siamo di fronte ad un evento insolito in quanto Rabat, dopo la caduta, avvenuta ad una velocità al di sotto dei 90 Km/h, è stato prontamente soccorso dai medici spagnoli e non dava segni particolari. Trasportato a Barcellona e mentre era in procinto di sottoporsi a una Tac, il pilota ha cominciato ad agitarsi e a perdere conoscenza. Un fatto che non ha precedenti in questi casi. Per questo Rabat è stato sedato e intubato ed è stato indotto uno stato di coma farmacologico. Ogni esame possibile effettuato in seguito ha dato esito negativo e siamo quindi in attesa di un risveglio per valutare la reattività del pilota. Attendiamo, quindi, buone notizie ad ore, al più tardi entro la notte”.

    Speriamo, ovviamente, che tutto si risolva nel migliore dei modi e auguriamo ad entrambi i piloti una pronta guarigione.