Motogp Cina: caratteristiche del circuito di Shanghai

caratteristiche tecniche del nuovissimo circuito di Shanghai in Cina

da , il

    circuito di Shanghai

    Il circuito di Shanghai è un circuito moderno, avveniristico, con tutti i comfort per gli addetti ai lavori e per gli spettatori. Peccato che di spettatori nelle due edizioni del Gran Premio che si sono disputate se ne sono visti ben pochi e che per quanto riguarda la sua struttura è molto più adatto alla Formula 1 moderna che alla Motogp. Infatti dalla prossima stagione non si disputerà più il Gran Premio della Cina.

    Il circuito, costruito dal tedesco Herman Tilke, è lungo circa 5400 metri e presenta sette curve a destra e altrettante a sinistra e presenta un lunghissimo rettilineo di 1200 metri, il più lungo del circus della Motogp. Tra le curve a destra ce ne sono due in successione che costringono i piloti ad effettuare un giro di quasi 360°.

    Nell’albo d’oro del Gran Premio di Shanghai abbiamo la vittoria nel 2005, anno della prima volta in Cina, di Valentino Rossi seguita dalla doppietta HRC del 2006 con Daniel Pedrosa e Nicky Hayden e la vittoria di Casey Stoner l’anno scorso con il secondo posto del “dottore” e il terzo gradino del podio per John Hopkins su Suzuki.