Motogp Cina: John Hopkins festeggia i 100 GP in carriera

il prossimo gp di Shanghai sarà il centesimo per john hopkins

da , il

    john hopkins

    Il Gran Premio di Shanghai avrà un sapore particolare per il portacolori della Kawasaki, John Hopkins. La gara cinese sarà la centesima per il giovanissimo pilota statunitense che, nonostante i soli 25 anni di età, può essere considerato un veterano della massima categoria.

    Dal suo esordio nel 2002 con la Yamaha 500 ne ha fatta di strada “black jak”: proprio in Cina conquistò il primo dei suoi quattro podi ottenuti in carriera e il pilota californiano è carico per il week end di Shanghai. “Ho passato due belle settimane in California, ho fatto motocross e mi sono rilassato a casa. Guardo con fiducia al Gran Premio di Cina, dopo il buon risultato dell’Estoril (quinto) e dopo i buoni test effettuati il giorno successivo alla gara. L’anno scorso ho ottenuto proprio a Shanghai il mio primo podio in MotoGP: quest’anno voglio ripetermi, cogliendo il primo podio con la Kawasaki“.

    Se per vincere il mondiale bastasse essere spettacolare, John Hopkins sarebbe il re incotrastato: le sue “penne” sono le migliori del circus e con la scelta di correre con la Kawasaki ZX-RR ha dimostrato anche coraggio e voglia di crescere insieme ad una moto che ancora non è al livello delle concorrenti.

    Comunque l’importante è che nella Motogp ci siano sempre piloti così: che magari non lotteranno per il mondiale, ma in moto ci sanno andare e che si divertono e fanno divertire milioni di tifosi in tutto il mondo.