MotoGP Cina. Rossi, le gomme e le sgommate (verso il podio)

MotoGP Cina

da , il

    MotoGP Cina. Rossi, le gomme e le sgommate (verso il podio)

    rossi gomme

    < ?p>

    Ultimamente, Valentino Rossi non è la persona più fortunata con le gomme.

    Come non ricordare gli sfortunati eventi dell’anno scorso in cui per una gomma frantuamata e fatta a brandelli, il campione di Tavullia fu costretto al ritiro dalla gara…

    Non che l’appuntamento di domenica scorsa sia andato meglio. Qualche piccolo punto che serve a poco, e soprattutto la perdita della testa della classifica.

    In Turchia non è andata bene, – dice Rossi – e non ce l’aspettavamo perché partivamo dalla pole, ma la Michelin sta lavorando molto per capire che cosa è andato storto e per fare in modo che non succeda più. Lunedì il test è andato bene, abbiamo provato molte nuove combinazioni di gomme pensando alla gara della Cina, per cui andiamo là con alcune idee su che cosa funzionerà. Ora dobbiamo sperare di scegliere le gomme giuste e vedere come vanno le cose venerdì mattina. L’anno scorso in Cina abbiamo avuto un grosso problema e non sono riuscito a terminare la gara, ma nel 2005 ho ottenuto una grande vittoria sul bagnato per cui ho ricordi del circuito sia belli che brutti! Sappiamo che il tracciato non è l’ideale per la nostra moto e forse divideranno il rettilineo principale in due: una parte per la Ducati e una per tutti gli altri piloti! A parte gli scherzi, è un rettilineo molto lungo e sappiamo che ci manca un po’ di velocità ma le nuove modifiche provate in Turchia funzionano e c’è un buon miglioramento, per cui speriamo che il problema non sia troppo serio. Siamo secondi nel campionato e abbiamo perso un po’ di punti per cui dobbiamo puntare al podio per recuperare in classifica

    Valentino, ora, ci riprova e spera nella gomme e nella fortuna. Senza nascondere che, con gli avversari, questa volta, saprà come comportarsi.

    Elias avvisato, mezzo salvato.