MotoGP, dal 2012 paraleve obbligatori per tutti

MotoGP, dal 2012 paraleve obbligatori per tutti

Nel pacchetto di regole approvate dalla Dorna, c'è anche l'obbligo di montare i paraleve per proteggere le leve del manubrio delle MotoGP

da in MotoGP 2017, Primo Piano, Tutto Moto
Ultimo aggiornamento:

    paraleve

    La MotoGP 2012 non presenterà solo novità tecniche ma introdurrà anche alcune regole per aumentare il livello di sicurezza per i piloti in pista. A questo proposito dal prossimo Motomondiale, diventerà obbligatorio per tutte le moto delle tre classi montare un paraleve, dispositivo che serve a proteggere leve freno e frizione da qualsiasi contatto accidentale. E’ giusto ricordare che alcuni piloti avevano già provato l’accessorio nelle scorse stagioni della Moto2, come ad esempio Toni Elias, Marc Marquez, Michele Pirro e Yuki Takahashi e i risultati non sono stati penalizzanti per nessuno di loro.

    Nel pacchetto di regole per la MotoGP 2012, la Grand Prix Commission, composta da Carmelo Ezpeleta (presidente della Dorna), Ignacio Verneda (responsabile per lo Sport FIM), Herve Poncharal (rappresentante IRTA) Takanao Tsubouchi (rappresentante MSMA), con la partecipazione di Javier Alonso (membro della Dorna), Mike Trimby (membro della IRTA) e di Paul Butler (nel ruolo di segretario), hanno deciso di rendere obbligatorio per tutte le classi del Motomondiale l’uso del paraleve.

    La norma si è resa necessaria per garantire una maggiore sicurezza dei piloti, visto che nelle stagioni precedenti alcuni gravi incidenti sono stati causati dall’aggancio, tramite leve, di due moto.

    Come dimenticare a questo proposito, la caduta di Hector Barbera al Mugello durante una bagarre duello con l’indimenticato Marco Simoncelli. L’importante provvedimento è stato approvato anche grazie all’arrivo in commissione sicurezza della Dorna, del veterano della MotoGP, Loris Capirossi che si occuperà di fare da tramite tra la l’organizzazione ed i piloti che correranno nel Mondiale. Il tema sicurezza, tra l’altro è diventato più pressante, dopo la morte del centauro italiano della Honda, Simoncelli in un incidente di gara a Sepang.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MotoGP 2017Primo PianoTutto Moto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI