MotoGp di Sepang: ennesima debacle per Loris Capirossi

brutta gara sul circuito malese di Sepang per il pilota italiano della Ducati del team marlboro Loris capirossi, che dopo due belle gare non e' riuscito a esprimersi al livello che gli compete

da , il

    Loris Capirossi

    Altra gara amara per il centauro di casa nostra Loris Capirossi. Domenica scorsa ha lottato con Casey Stoner per il gradino più alto del podio. Ieri, invece, a Sepang ha combattuto con Alex Barros per un tristissimo undicesimo posto.

    “Non so cosa sia successo oggi. E’ stata una gara molto difficile per me e mi spiace molto perché questa è una delle mie piste preferite e sono arrivato qui dopo due belle gare” ha dichiarato il pilota della Ducati, aggiungendo “sfortunatamente oggi il nostro pacchetto non ha lavorato bene come nelle due ultime occasioni, abbiamo avuto molte difficoltà ed ho potuto solo lottare con Barros per l’undicesimo posto, di certo non il risultato che mi aspettavo qui a Sepang. Spero che vada meglio a Valencia.”

    La continuità di risultati non è mai stata la qualità migliore di Loris Capirossi e spesso questo difetto veniva mascherato da una moto che non sembrava particolarmente performante. Se andava forte era merito del cuore del pilota, se faceva una gara pietosa era colpa di una moto non all’altezza degli avversari. Ma quest’anno la musica è cambiata di molto. E’ arrivato un ragazzino australiano, che con la stessa moto, vince parecchio e domina il campionato come faceva Valentino Rossi negli anni d’oro.

    Anche la stessa Ducati ha perso fiducia in Capirossi: lo dimostra il fatto che la sua moto il prossimo anno sarà affidata a Marco Melandri. Un divorzio non senza polemiche. Da una parte il pilota che si è sentito scaricato dopo tanti anni passati a rendere competitiva una moto nuova, e dall’altra la Ducati che adesso che ha il mezzo vincente aveva bisogno di un pilota italiano, di talento, ma soprattutto giovane. Probabilmente se non fosse esploso Casey Stoner, la politica Ducati serebbe stata un’altra. Non sarebbe stato scaricato Capirossi ma il giovane australiano.

    Adesso, il neo campione del mondo, a Borgo Panigale se lo terranno molto stretto per tanti anni.