MotoGP: dominio Yamaha? No, lotta aperta

Davide Brivio è sicuro che la lotta per il titolo MotoGP 2010 non sarà una faccenda interna alla Yamaha con una battaglia limitata a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ma coinvolgerà i soliti quattro Top Rider, includendo quindi Casey Stoner (Ducati) e Dani Pedrosa (Honda), più qualche outsider (Ben Spies? Nicky Hayden?)

da , il

    Il Team Fiat Yamaha ha fatto un po’ il bello e il cattivo tempo in questo inizio di stagione del mondiale MotoGP: due gran premi vinti su due – uno da Valentino Rossi, l’altro dal compagno di scuderia Jorge Lorenzo – e una moto affidabile che promette altre future soddisfazioni.

    Ma per Davide Brivio, Team Manager del campione del mondo in carica, per la casa dei tre diapason non sarà una cavalcata solitaria: la lotta per il titolo iridato si preannuncia aperta con almeno altri due pretendenti a contenderlo al Dottore e a Porfuera.

    Il livello della competizione salirà!

    Davide Brivio è sicuro che la lotta per il titolo MotoGP 2010 non sarà una faccenda interna alla Yamaha con una battaglia limitata a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ma coinvolgerà i soliti quattro Top Rider, includendo quindi Casey Stoner (Ducati) e Dani Pedrosa (Honda), più qualche outsider (Ben Spies? Nicky Hayden?).

    Guardando la classifica è ovvio che i protagonisti sono Valentino e Jorge, ma sono convintissimo che Stoner e Pedrosa stiano arrivando,” ha dichiarato il Team Manager di Valentino Rossi, “Come al solito saranno quattro i piloti da battere anche se non escludo che qualcun altro si aggiunga al gruppo.

    Non bisogna però ignorare il fatto che al momento la Yamaha M1 è apparsa la moto più affidabile della competizione, e che il rapporto tra i due rider bianco-azzurri e il loro mezzo è già al rodato al punto da non lasciare spazio a sorprese. E di fatto il nuovo mondiale della classe regina si è aperto così come si era chiuso il precedente: con in testa i rider Yamaha, dietro (ben staccati) tutti gli altri.