MotoGP, Dovizioso: “Per il mondiale oltre a Rossi e Lorenzo ci sono anch’io”

Dovizioso si candida alla vittoria del prossimo titolo iridato, riconoscendo le difficoltà e le insidie che potrebbe incrociare nella prossima MotoGP

da , il

    Dovizioso mondiale

    Ap/LaPresse

    Il pilota della Honda,Andrea Dovizioso ha parlato della stagione 2011 che sulla carta si presenta come una delle più belle e combattute degli ultimi anni, ma anche dell’inserimento del suo nome nell’albo dei favoriti per il mondiale 2011. I passaggi di Valentino Rossi alla Ducati e di Casey Stoner alla Honda, nonchè la conferma dello stesso Dovi, di Pedrosa e di Lorenzo rappresentano infatti una sicurezza per lo spettacolo del motomondiale 2011, ma rappresentano un’insidia per Andrea.

    Il centauro italiano del team HRC, Dovizioso essendo stato ospite del Motorshow di Bologna ha rilasciato un’interessante intervista per rilanciare le proprie ambizioni.

    Secondo il Dovi, l’importante è battere Valentino Rossi e questo aprirà la strada verso il titolo iridato: “il prossimo anno si può migliorare nella testa, la MotoGP è piena di talenti, alla fine la differenza la fa l’approccio alle gare, la concentrazione. Casey è un talento incredibile, quando lo vedi in pista ci resti veramente male da quanto viaggia forte. Però è incostante, o almeno lo è stato con la Ducati che è una moto particolare. O vinceva o cadeva, vedremo come andrà alla Honda. Con Daniparliamo ogni tanto sul motorhome e qualche volta facciamo colazione insieme. Lui è molto chiuso, è una sua scelta. Ma è un bravo ragazzo. Per il titolo Lorenzo è in pole ma ci sarò pure io”.