MotoGP, Ducati GP12: entusiasmo a Borgo Panigale

A Borgo Panigale stanno lavorando per migliorare la GP11, ma hanno già iniziato a sviluppare la Ducati GP12 con cilindrata 1000cc che correrà il prossimo anno nella rivoluzionata MotoGP 2012

da , il

    MOTOGP – La Ducati sta vivendo un momento difficile nel Motomondiale: l’inizio de campionato del mondo MotoGP 2011 non è stato brillante come ci si aspettava, con la stella di Valentino Rossi che fa fatica a brillare e una moto, la Desmosedici GP11, che non riesce a tenere il passo delle concorrenti, soprattutto della velocissima Honda RC212V.

    A Borgo Panigale stanno lavorando per migliorare la GP11, ma hanno già iniziato a sviluppare la Ducati GP12 con cilindrata 1000cc che correrà il prossimo anno nella rivoluzionata MotoGP 2012.

    DUCATI GP12 – Nel weekend la Ducati ha infatti testato sul circuito di Jerez de la Frontera la nuova Ducati 1000cc e, suscitando anche qualche polemica, ha dato la possibilità ai suoi piloti di scendere in pista con la nuova Desmosedici GP12. Valentino Rossi e Nicky Hayden hanno girato con la nuova Ducati 1000, fornendo i loro preziosi feedback al reparto tecnico di Borgo Panigale: “Vorrei innanzi tutti ringraziare tutti i ragazzi che lavorano in Ducati, perché grazie al loro impegno e competenza è stato possibile svolgere tre giorni di test senza inconvenienti e completare quasi mille km con la GP12 al suo debutto in pista,” ha dichiarato Filippo Preziosi, “Aver avuto un giudizio omogeneo sulla moto da quattro piloti diversi ci mette nelle condizioni di continuare con efficacia lo sviluppo attribuendo più facilmente le prossime priorità al lavoro che andremo a fare.”

    VALENTINO ROSSI – “Abbiamo scelto di far guidare la moto sin dalla prima uscita ai nostri piloti ufficiali, Vale e Nicky, perché pensiamo che il loro feedback sia essenziale per imboccare la strada giusta per lo sviluppo fin dall’inizio,” ha continuato il manager della Ducati Corse, “Poter lavorare con Rossi per una giornata intera è quanto di meglio un tecnico possa chiedere. Abbiamo raccolto molte indicazioni che tradurremo in attività di ulteriore progettazione e sviluppo della moto del prossimo anno. La cosa positiva è che le scelte tecniche fatte per la GP12 nella fase iniziale di progettazione, nel 2010, e mi riferisco soprattutto al motore, sempre big bang, e al retrotreno, sono state avallate da Valentino.”

    DUCATI 1000 – “Questo è motivo di grande soddisfazione e ci rende ottimisti per il lavoro che ci rimane da fare,” conclude Preziosi, “Sappiamo che anche i nostri concorrenti stanno lavorando molto e sviluppando le loro moto 2012, ma questo ci spinge ad impegnarci ancora di più e rende la sfida più interessante.”