MotoGP Ducati: Stoner, migliorare feeling con Desmosedici

L'australiano della Ducati viene infatti da una gara deludente a Misano Adriatico e l'appuntamento ad Aragon, pista nuova ma che si prospetta adatta alle doti di Stoner, potrebbe regalargli qualche soddisfazione

da , il

    Casey Stoner - Aragon 2010

    La MotoGP vola ad Aragon e Casey Stoner arriva in Spagna con la consapevolezza di non aver brillato negli ultimi due gran premi, e proprio per questo il centauro Ducati (e futuro rider della Honda) vede nella sfida del Motorland Aragon un’occasione di riscatto, approfittando magari della novità del circuito che livella l’esperienza dei piloti e potrebbe far emergere la velocità dell’australiano.

    Per farlo, però, tutti in Ducati dovranno lavorare per migliorare la competitività della Desmosedici per permettere a Stoner di curvare meglio e trovare più grip.

    Sono contento di andare ad Aragon. Le ultime due gare per noi sono state difficili e correre su una pista nuova è sicuramente stimolante,” ha dichiarato Casey Stoner, “Affronteremo il fine settimana con spirito ottimista, sperando che la pista sia bella e adatta alla Ducati, ma cercando anche di essere realisti sul fatto che dobbiamo impegnarci per trovare qualcosa di extra.”

    L’australiano della Ducati viene infatti da una gara deludente a Misano Adriatico (per lui solamente un quinto posto, con grande distacco nei confronti di Pedrosa, Lorenzo, Rossi e Dovizioso) e l’appuntamento ad Aragon, pista nuova ma che si prospetta adatta alle doti di Stoner, potrebbe regalargli qualche soddisfazione.

    Il team Ducati e tutti i tecnici stanno facendo un lavoro fantastico sulla Desmosedici,” conclude Stoner, “Quindi si tratta solo di scavare più a fondo e pensare a qualcosa di nuovo per cercare di migliorare il feeling con la motocicletta, per farla curvare meglio e per trovare più grip. E soprattutto vogliamo superare questi due ultimi fine settimana.”