MotoGP Ducati: Stoner prepara l’addio

Il Team Ducati Marlboro si appresta a salutare Casey Stoner, il pilota che ha regalato a Borgo Panigale tante emozioni, ma soprattuto il titolo mondiale MotoGP nel 2007, riportando le Rosse al top della classe regina del Motomondiale

da , il

    Il Gran Premio di Valencia sarà la gara degli addii: addio di Valentino Rossi alla Yamaha, ma anche addio di Casey Stoner alla Ducati; due “movimenti di mercato” intrecciati, dato che l’italiano andrà a prendere proprio la moto lasciata libera dall’australiano.

    Il Team Ducati Marlboro si appresta dunque a salutare Stoner, il pilota che ha regalato a Borgo Panigale tante emozioni, ma soprattuto il titolo mondiale MotoGP nel 2007, riportando le Rosse al top della classe regina del Motomondiale.

    E Casey Stoner vuole onorare l’ultima sfida in sella alla Desmosedici con una vittoria. Il circuito Ricardo Tormo in passato si è rivelato favorevole alla Ducati, che nel 2006 è stata protagonista di una bella doppietta, e al pilota australiano: Stoner ha ottenuto la sua prima vittoria in assoluto in carriera proprio a Valencia (nel 2003, quando correva nella 125cc); in MotoGP ha vinto poi il GP della Comunitat Valenciana nel 2008, arrivando secondo nel 2007. Nel 2009, invece, si è reso protagonista di un’imbarazzante caduta…

    Dopo il tempo pessimo che abbiamo trovato in Portogallo spero che a Valencia vada un po’ meglio sotto questo punto di vista, in modo da poter lavorare sul set up e preparare bene la mia ultima gara con la Ducati,” ha dichiarato Stoner, “La pista mi è sempre piaciuta molto, vi ho ottenuto la mia prima vittoria in carriera, in 125cc. E’ stretta ma filante perché, anche se molte curve sono da seconda e da terza, sono paraboliche e si può far scorrere la moto mantenendo così una buona velocità. Questo ti aiuta molto anche con il cambio perché si devono usare principalmente solo due marce, rettilinei a parte ovviamente, quindi è abbastanza facile da mettere a punto. In passato siamo sempre riusciti a trovare una buona messa a punto quindi siamo abbastanza fiduciosi: mi piacerebbe davvero fare una bella gara.”