MotoGP: è Aoyama il miglior esordiente

Il Gran Premio del Qatar è stato avaro di soddisfazioni per gli esordienti, con il giapponese del Team Interwetten Honda ad agguantare il miglior risultato (decimo posto) tra i rookies della classe regina

da , il

    Quest’anno i rookies nel campionato del mondo MotoGP sono tutti piloti di un certo spessore: due iridati delle classe 250 (Marco Simoncelli e Hiroshi Aoyama) e un campione della 125cc (Alvaro Bautista). Ma il Gran Premio del Qatar è stato avaro di soddisfazioni per gli esordienti, con il giapponese del Team Interwetten Honda ad agguantare il miglior risultato (decimo posto) tra i rookies della classe regina.

    Questo perché in questa lista si preferisce non conteggiare lo statunitense Ben Spies, già wild card in passato…

    Premesso che secondo noi Ben Spies andrebbe considerato tra i rookies della MotoGP e che il suo quinto tempo a Losail è un risultato degno del grande talento del campione del mondo Superbike, a quanto pare ufficialmente nel Gran Premio del Qatar il miglior risultato (dignitosissimo decimo piazzamento, anche se con gran distacco dai primi) tra gli esordienti lo ha ottenuto un po’ a sorpresa Hiroshi Aoyama, campione del mondo 2009 della classe 250cc e rider del Team Interwetten Honda.

    Un po’ a sorpresa perché il giapponese non aveva brillato nei test invernali e si pensavo che nel primo GP della stagione i rookies più in forma fossero Hector Barbera (Team Aspar Ducati) e Alvaro Bautista (Team Rizla Suzuki).

    Questo è un buon risultato, non grande, ma buono,” ha dichiarato AoyamaHo spinto tutti i 22 giri e ho fatto quello che ho potuto fare. Ho fatto una partenza terribile e ho perso alcune posizioni nei primi giri e dovevo reagire. Pertanto, il 10° posto è un buon risultato per la mia prima gara in MotoGP. Se avessi avuto una partenza migliore, non so dove sarei potuto arrivare.