MotoGP e Aprilia: Max Biaggi scalpita per il ritorno

Con il nuovo pacchetto di regole che entrerà in vigore dal Motomondiale 2012, si avvicina la possibilità di rivedere uno storico marchio e simbolo italiano delle due ruote calcare le piste della MotoGP, l'Aprilia

da , il

    L’Aprilia e la MotoGP si stanno avvicinando dopo essersi lasciati nella stagione del 2003. Ma, nel 2012 entreranno in vigore le nuove regole della FIM che prevedono la possibilità di utilizzare motori ispirati alla serie su telai prototipo e il ritorno alle 1000cc. L’approvazione delle nuove norme, vuole aprire la porte a nuovi costruttori, proprio come Aprilia, che da parte sua non smentisce le voci che vedono vicino il rientro nella Top Class. Il presidente del Gruppo Piaggio, di cui fa parte il marchio, Roberto Colaninno e uno dei diretti interessati, Max Biaggi aprono al ritorno tra i grandi delle due ruote.

    Con il nuovo pacchetto di regole approvate dalla Federazione che entrerà in vigore dal Motomondiale 2012, si avvicina la possibilità di rivedere uno storico marchio e simbolo italiano delle due ruote calcare le piste della MotoGP. Infatti, l‘Aprilia è decisa a fare il grande passo dopo i recenti successi ottenuti in Superbike dal pilota romano, Max Biaggi.

    Dal presidente del Gruppo Piaggio, Roberto Colaninno non arriva nessuna smentita e Biaggi già pregusta il ritorno nella massima categoria delle due ruote.

    Colaninno, interpellato sull’argomento si è limitato ad un: “vedremo, vedremo, tutto è possibile”; ma è l’ex centauro della MotoGP, Max Biaggi che ha confermato l’affascinante possibilità: “se ne è parlato. Vedremo”.

    Dopo tanto parlare, comunque, c’è la seria intenzione di mettere in pista un nuovo progetto vincente dopo il fallimento nel 2002 e 2003 e sembrano esserci le condizioni, soprattutto economiche per tornare a vincere.

    I freschi e recenti successi nella Superbike che molto probabilmente regaleranno il titolo alla squadra nostrana, hanno convinto l‘Aprilia di avere tecnologia e le risorse in grado di portarla ai vertici anche in MotoGP, dove incontrerà colossi del calibro di Honda, Yamaha, Ducati e forse Bmw con il progetto Suter.

    Magari appoggiandosi all’inizio a qualche struttura esterna, tipo la squadra spagnola di Jorge Martinez, che ha rinnovato il suo accordo con Ducati per il solo 2011. Proprio per tenere aperta la porta della MotoGP all’Aprilia. E magari anche al clamoroso ritorno Biaggi.