MotoGP: è già sfida tra Rossi e Lorenzo?

Negli ultimi tempi la rivalità tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sembrava essere stata messa da parte, probabilmente anche grazie alle legittime pressioni della Yamaha alla quale - al di là di tutte le chiacchiere mediatiche – di certo non fa piacere una sfida interna alla scuderia

da , il

    Negli ultimi tempi la rivalità tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sembrava essere stata messa da parte, probabilmente anche grazie alle legittime pressioni della Yamaha alla quale – al di là di tutte le chiacchiere mediatiche – di certo non fa piacere una sfida interna alla scuderia.

    Ma adesso che il chiacchieratissimo muro divisorio all’interno del box del Team Fiat Yamaha è stato “potenziato” da un blocco informatico che impedisce ai tecnici dello spagnolo di accedere ai dati della telemetria del Campione del Mondo MotoGP.

    Se il “muro” nel box chiesto e ottenuto da Valentino Rossi aveva infastidito Jorge Lorenzo, adesso allo spagnolo sono stati oscurati anche i dati telemetrici del compagno si scuderia.

    E’ lecito che ognuno sviluppi la sua moto da solo? Forse. Ma di certo il vero “gioco di squadra” è qualcosa che sembra assente dal Team Fiat Yamaha, anche se ufficialmente dichiarano che sono contenti della grande competizione interna.

    Jorge Lorenzo, però, riesce a non perdere la diplomazia e dichiara che andrà avanti per la sua strada: “A parte avere un talento fuori dal comune, Valentino Rossi è una persona molto intelligente,” ha commentato Porfuera, “Io però penso a me stesso. Se farò ancora qualche piccolo passo in avanti, avrò più possibilità di batterlo.

    Ma Lorenzo ci tiene a specificare che la rivalità con il Dottore è limitata esclusivamente all’ambito sportivo e che da parte sua non c’è nulla di personale: “Penso che sia normale: siamo compagni di squadra ed entrambi vogliamo vincere. L’anno scorso abbiamo mantenuto un rapporto leale ed educato attraverso i media e mi aspetto che quest’anno avvenga la stessa cosa.