MotoGP: Elias, “A Sepang tre giorni difficili”

MOTOGP - Lo spagnolo Toni Elias non è contento del suo test di Sepang: il campione della Moto2 è salito in sella alla sua RC21V completando 177 giri nell’arco dei tre giorni di prove nonostante fosse stato colpito dall’influenza

da , il

    Motogp Toni Elias test 2011

    MOTOGP – Lo spagnolo Toni Elias non è contento del suo test di Sepang: il campione della Moto2 è salito in sella alla sua RC21V completando 177 giri nell’arco dei tre giorni di prove nonostante fosse stato colpito dall’influenza, ma non è andato oltre il sedicesimo tempo con un riferimento cronometrico di 2’02.916.

    In ogni caso il pilota iberico e la sua nuova scuderia, il Team LCR Honda MotoGP hanno provato diverse soluzioni per poter arrivare al meglio all’inizio del prossimo campionato mondiale della MotoGP.

    TONI ELIAS – Il campione del mondo Moto2 a Sepang non ha girato al meglio della forma a causa di una sindrome influenzale, ma ha comunque beneficiato dei test per affinare il suo feeling con la Honda: “Sono stati tre giorni difficili per me. Sono arrivato in Malesia una settimana prima per allenarmi sotto questo caldo soffocante e per superare il fuso orario, ma tre giorni prima del test ho iniziato a star male,” ha dichiarato Elias, “Ho dovuto prendere antibiotici tutti i giorni per l’influenza e questa moto richiede una forma fisica perfetta. Nonostante il malessere, abbiamo lavorato assiduamente provando diverse cose alla ricerca dell’assetto giusto.”

    TEAM LCR HONDA – “C’è ancora un bel po’ di lavoro da fare perché faccio fatica a trovare il compromesso corretto che mi consenta di guidare come voglio,” ha continuato il rider del Team LCR Honda, solo sedicesimo al termine della tre giorni, “Questo fa parte del mio processo di adattamento a questa moto e nel 2009 ho girato in 2.01 su questa pista quindi sono ottimista e so che troveremo la direzione giusta per fare meglio.”