MotoGP Estoril: parlano Hayden e Dovizioso

A pochi giorni dalla gara dell'Estoril, Gran Premio che segna il ritorno del Motomondiale dopo tre settimane di stop, i piloti non vedono l'ora di tornare in pista

da , il

    A pochi giorni dalla gara dell’Estoril, Gran Premio che segna il ritorno del Motomondiale dopo tre settimane di stop, i piloti non vedono l’ora di tornare in pista. Qui di seguito, le dichiarazioni di Hayden (Ducati Corse) e Dovizioso (Honda Respol).

    Nicky Hayden – che a Misano è (incolpevolmente) caduto alla prima curva, coinvolto in uno spettacolare incidente causato da Alex De Angelis – va in cerca di riscatto e vuole confermare nel GP del Portogallo i progressi mostrati nelle ultime gare: “Un periodo di pausa è sempre piacevole ma devo ammettere che ne ho abbastanza e che non vedo l’ora di tornare in pista e in moto,” ha dichiarato.

    Il pilota della Ducati ha anche espresso una particolare preferenza per la pista dell’Estoril: “Non posso dire che sia entusiasmante ma mi piace: è molto stretta con una chicane che è probabilmente la più lenta di tutto il calendario, ma ha anche una piega da quinta marcia alla fine del rettilineo posteriore che è semplicemente grandiosa, come l’ultimo lunghissimo curvone prima del traguardo, altrettanto spettacolare.

    Anche Andrea Dovizioso, pilota del Team Honda Repsol, è fiducioso in vista del prossimo appuntamento del Motomondiale 2009: “Estoril è una pista dove ho ottenuto buoni risultati e sono davvero impaziente di tornare sulla moto dopo questa lunga pausa. Nella gara dello scorso anno stavo andando bene, lottavo con Lorenzo, Pedrosa e Valentino Rossi ma poi sono caduto. Sono comunque sicuro di poter fare una buona gara quest’anno. E’ un circuito molto lento e alcune parti sono un po’ strette e anguste per le MotoGP. Questo significa che non è facile domare queste moto e ci vuole un po’ a capire come affrontare la pista e sfruttare appieno le prestazioni della moto.