MotoGP Estoril. Piloti Honda: “Puntiamo al secondo posto”

MotoGP Estoril

da , il

    hayden pedrosa estoril

    Insolita affermazione, soprattutto se detta dalla squadra Campione del Mondo in carica di MotoGP.

    Ma si sa, solo un diamante è per sempre e la Honda 2007 che non è riuscita a riconfermare i risultati dello scorso anno lo sa benissimo.

    Puntare al secondo posto è l’unica (e per nulla confortante) ancora di salvezza per evitare di buttar via definitivamente una stagione intera.

    Ecco le dichiarazioni dei due piloti alati prima del week end di gara all’Estoril.

    Daniel Pedrosa: “Sarà davvero bello arrivare all’Estoril e cominciare di nuovo a lavorare con il team. E’ talmente frustrante per chiunque dopo una gara come quella di Misano, specialmente quando è al di fuori del tuo controllo, e so che i ragazzi al mio box sono ansiosi quanto me di lottare per il risultato che meritiamo in Portogallo. I miei risultati su questo circuito non sono stati dei migliori, ma gli hanno scorsi ho ottenuto un paio di pole position e io penso che, se riusciremo a trovare il pacchetto giusto questo weekend, dovremmo riuscire a essere competitivi. Certamente le gomme saranno di nuovo molto importante e anche il tempo potrà dire la sua. In questo circuito piove abbastanza spesso, ma poiché abbiamo avuto già un sacco di pioggia quest’anno spero che quello del Portogallo sarà un weekend asciutto; vedremo. Ovviamente i ricordi della gara dello scorso anno non sono dei migliori, ma quello è il passato e approcceremo questo weekend normalmente e cercheremo di restringere il gap per la seconda posizione in campionato.

    Nicky Hayden: “Ed eccoci di nuovo in Portogallo. Adesso mi fa quasi sorridere pensare all’anno scorso, quando qui ho quasi visto il mio sogno di diventare Campione del Mondo essere gettato dalla finestra. Sarebbe bello ottenere un po’ di redenzione in questo weekend. Certe volte quest’anno è stato difficile, abbiamo avuto un po’ di sfortuna e abbiamo fatto qualche errore, quindi sono eccitato di arrivare all’Estoril e provare a cambiare le cose. Il tempo è sempre imprevedibile, il che rendere la scelta delle gomme del giovedì molto critica. Adesso penso che le Michelin dipendano abbastanza dalle condizioni climatiche, quindi dobbiamo lavorare per provare a migliorare. Sarebbe davvero bello tirare fuori dal camion venerdì mattina qualcosa che sia quasi perfetta e che sia solo da addolcire un po’. Anche se una cosa che abbiamo imparato quest’anno è che la nostra moto ci mette un po’ a settarsi-dobbiamo davvero selezionarlo. I miei ragazzi stanno facendo un buon lavoro e abbiamo fatto dei progressi durante le ultime gare. Non sono sotto pressione come l’anno scorso e quindi cercheremo solo di divertirci, farla girare e vedere cosa potremo fare domenica