MotoGP Germania 2014, Rossi: “seconda fila mi va bene, podio domani sarà difficile”

Valentino Rossi partirà dalla sesta posizione in griglia domani nel Gran Premio di Germania

da , il

    Non ce n’è per nessuno nemmeno in Germania: Marc Marquez centra la pole anche al Sachsenring, battendo anche il precedente record della pista di Casey Stoner. “Giro e giornata perfetti, speriamo di ripeterci anche domani, perché anche il passo gara che abbiamo è davvero ottimo” dice lo spagnolo della Honda che in griglia precede il compagno di scuderia Dani Pedrosa e la Honda LCR di Bradl. Sesto tempo invece per Valentino Rossi che rimane comunque fiducioso in ottica gara. “Seconda fila è il limite per fare una buona gara domani. Abbiamo buon passo, ma le Honda sono più veloci, quindi dovremo fare il nostro massimo per salire sul podio“.

    L’obiettivo era di partire tra i primi cinque: obiettivo mancato per un pelo da parte di Valentino Rossi che ha chiuso la qualifica del Gran Premio di Germania col sesto crono assoluto e domani scatterà dalla seconda fila, accanto al compagno di scuderia Jorge Lorenzo e alla Yamaha Open di Aleix Espargaro. “La gomma dietro, come a Barcellona, ci ha creato problemi: era come se non avesse proprio grip. Peccato, perché averi potuto fare due-tre decimi meglio e partire più avanti, ma la seconda fila va comunque bene. Era il limite per poter fare una buona gara domani su una pista dove è molto difficile superare. Abbiamo un buon passo gara, vado più o meno come Lorenzo, mentre le Honda sono un po’ più veloci e anche Bradl va forte. Quindi per piazzare una Yamaha sul podio dovremo fare davvero una gara perfetta“.

    La parte del leone l’ha fatta anche qui, e non è di certo una novità, Marc Marquez: per lui ennesima pole stagionale, la settima su nove gare, e record della pista del 2008 di Stoner frantumato, scendendo addirittura sotto il muro dell’121″. “Con la seconda gomma sono riuscito a spingere un po’ di più e ne è uscito un giro davvero perfetto. Ho fatto 1’20″, che è un tempo davvero ottimo qui. Sono contento anche del passo gara che abbiamo trovato: speriamo che domani sia un altro giorno perfetto come quello di oggi”.

    In seconda posizione l’altra Honda ufficiale di Dani Pedrosa, vittima anche di una caduta in chiusura di Q2. “Con la prima gomma sono riuscito a fare molto bene, mentre con la seconda stavo provando a spingere un po’ di più, ma sono caduto alla prima curva. Peccato, ma l’importante è aver centrato la prima fila e per domani dovremo centrare la scelta giusta della gomma anteriore e trovare subito il setting perfetto”.

    Prima fila completata dall’idolo di casa Stefan Bradl. “Un risultato molto importante per me nella gara di casa, davanti ai miei tifosi. Punto chiaramente al podio domani, ma so che non sarà per nulla facile, specie perché Valentino Rossi fatica in qualifica, ma va sempre velocissimo in gara”.

    Deve accontentarsi del quinto posto in griglia, Jorge Lorenzo. “Risultato non granché vedendo quanto avevamo fatto fino a oggi pomeriggio. Come passo invece siamo messi bene, anche se ancora non abbiamo deciso la gomma per domani. L’obiettivo è lottare per il podio, ma magari facciamo la sorpresa e ci battiamo addirittura per la vittoria”.

    Ottimo settimo tempo per Andrea Iannone con la Ducati Pramac. “Ho fatto tutto il possibile e forse anche qualcosa di impossibile… Sono riuscito a fare un tempo che non speravo di poter fare e dunque siamo contenti per aver raggiunto un risultato insperato non tanto in termini di posizione, quanto in termini cronometrici”.

    Decisamente meno soddisfatto Andrea Dovizioso, solo 11esimo in griglia. “Non certo la mia qualifica migliore. Sul passo gara non andiamo male, ma in qualifica non riuscivo a spremere la moto. Ho fatto anche fatica a entrare in Q2: peccato, perché su questa pista stretta era fondamentale partire davanti. Vorrà dire che ci affideremo anche domani alle ottime partenze che abbiamo fatto nelle gare precedenti”.