MotoGP Germania 2014, Rossi: “sono deluso, la pioggia mi ha rovinato la gara”

Marc Marquez suona la nona al Sachsenring e ottiene il nono successo consecutivo da inizio stagione

da , il

    Valentino Rossi ai box

    Marc Marquez suona la nona al Sachsenring e ottiene il nono successo consecutivo da inizio stagione: per lui solo vittorie nella prima metà di stagione. Un cannibale. “Ora è il momento di rilassarmi, poi vedremo cosa succederà nella seconda parte del campionato” dice lo spagnolo della Honda. Podio completato dall’altro pilota Honda Dani Pedrosa e dalla Yamaha di Jorge Lorenzo, mentre Valentino Rossi deve accontentarsi della quarta piazza, ai piedi del podio. “Non sono assolutamente soddisfatto, mi aspettavo di poter fare meglio, ma queste due gocce di pioggia alla partenza mi hanno rovinato la gara. Non sono riuscito a rischiare da subito sulla pista umida come ha invece fatto Lorenzo”.

    Quarto e per nulla contento del risultato ottenuto nel Gran Premio di Germania al Sachsenring, Valentino Rossi. “Non sono soddisfatto, è stata una gara deludente. Mi aspettavo di poter fare molto meglio, perché in prova avevo avuto un ottimo passo. Purtroppo le due gocce di pioggia cadute prima della partenza mi hanno rovinato la gara. Stavolta sarebbe stato giusto partire con le slick, come avevo deciso di fare ad Assen…

    In condizioni ibride come oggi è molto difficile per le nostre moto e la partenza dalla pit lane è stato un momento pericoloso con 15 matti a scattare in pochi metri. Poi purtroppo non sono riuscito a rischiare da subito sulla pista umida con le slick come invece hanno fatto le Honda e Lorenzo. Lì ho perso un po’ di tempo che non sono più riuscito a recuperare. Peccato perché sapevamo che qui le Honda andavano più forte, ma mi sarebbe piaciuto lottare almeno con Lorenzo“.

    Marc Marquez non intende assolutamente fermarsi e al Sachsenring centra la nona vittoria consecutiva in stagione, la quinta di fila qui in Germania, sempre partendo dalla pole position. “Importante fare nove oggi, abbiamo fatto una bellissima prima parte di stagione. Ora è il momento di rilassarmi e questo farà bene al mio corpo, poi vedremo quello che succederà nella seconda parte del campionato. E’ stata una gara difficile, la strategia di Bradl di partire con le slick era corretta, ma io ho fatto quello che facevano Pedrosa e Rossi, perché sono loro i miei rivali per il titolo. Ho visto che montavano le rain e l’ho fatto anche io e quando ho visto che rientravano ai box per partire con le slick li ho seguiti”.

    Deve accontentarsi della seconda piazza Dani Pedrosa che può così staccare Valentino Rossi al secondo posto in classifica generale. “Gara davvero difficile all’inizio con la pioggia che ha rovinato tutti i piani. Nella partenza dalla pit lane ero in seconda fila, ma sono riuscito a prendere subito un buon passo. Con le slick la pista era subito ok, a parte le ultimi due curve che erano bagnate. Sono riuscito a stare a lungo con Marquez, ma è mancato quel qualcosa per poterlo attaccare, anche se abbiamo comunque dato il massimo”.

    Torna protagonista dopo l’impalpabile gara di Assen, Jorge Lorenzo, terzo con la Yamaha. “Dovevo fare una bella gara per andare in vacanza con una soddisfazione dopo il disastro di Assen. E’ stato un inizio di gara difficile, alla prima frenata in pit lane i freni non hanno funzionato bene e ho passato alcuni piloti, cedendo però subito le posizioni che avevo guadagnato. Con la pista asciutta siamo andati subito bene, purtroppo non come le Honda che ci davano alcuni decimi a ogni giro. Ma su una pista che non è adatta né a me né alla Yamaha e su cui non ho mai vinto, va bene così”.

    germania motogp 2014 prove libere 3 iannone

    Fantastico quinto posto per Andrea Iannone, al suo miglior risultato in carriera in MotoGP. “Dobbiamo lavorare ancora per fare di più, perché ambiamo a fare meglio di così, però la strada è sicuramente quella giusta. Oggi ho preso molti rischi nei primi giri, specie nelle ultime due curve bagnate, ma sono riuscito a prendere vantaggio e poi a tenere il mio ritmo. Avevo avuto la tentazione di partire con le slick… Peccato, perché avrei forse potuto fare qualcosa di più”.