MotoGP Germania 2016, storia e albo d’oro: 2003-2015

MotoGP Germania 2016, storia e albo d’oro: 2003-2015
da in MotoGP 2017, MotoGP Germania, Sachsenring Germania MotoGp, Storia-MotoGP
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    MotoGP Germania 2014

    Siamo arrivati al nuovo appuntamento di questa stagione della MotoGP 2016: il Gran Premio di Germania. La gara si disputa sullo storico circuito tedesco del Sachsenring, nell’ex Germania est. Dal 1998 questo tracciato ospita il Gran Premio di Germania e si è sempre disputato nei mesi estivi. La pista è una delle più brevi del lotto del Motomondiale (solo 3671 metri), ed è caratterizzata da un andamento molto tortuoso, sicuramente più adatto a categorie minori rispetto che alla MotoGP. La prima parte presenta molte curve a bassa velocità, mentre la seconda è più scorrevole, fino ad arrivare al rettilineo d’arrivo. La redazione di Derapate sta seguendo LIVE in diretta web la gara della MotoGP Germania 2016. CLICCA QUI PER LA DIRETTA!

    Il giro veloce appartiene a Marc Marquez fatto siglare nel 2015 (1’20”336), mentre Dani Pedrosa ha vinto ben quattro edizioni di questo Gran Premio nella MotoGP. L’anno passato fu doppietta dei piloti Honda con Marc Marquez primo sul traguardo e seguito da Dani Pedrosa. Valentino Rossi completò il podio tedesco. Ma passiamo alla storia del Gran Premio del Sachsenring degli ultimi anni, partendo dalla fantastica edizione del 2003.

    gibernau_valentino rossi_motogp

    Uno dei gran premi più belli della storia della MotoGP. E’ il 27 Luglio e sulla pista tedesca Gibernau e Rossi danno vita ad un vero e proprio show. I due campioni sono testa a testa per tutto il gran premio, fino ad un ultimo giro entusiasmante. Il pesarese supera il catalano con un sorpasso d’antologia, ma all’ultima curva va un filo largo e lascia aperta la porta al rivale che si infila senza problemi. L’arrivo in volata vede Sete vincere di 60 millesimi su un Valentino visibilmente arrabbiato con se stesso. Chiude il podio la Ducati di Bayliss davanti al compagno di squadra Capirossi.

    max biaggi sachsenring 2004

    Finalmente Max Biaggi. Il romano riesce a fare una grande gara davanti a più di 90.00 spettatori, e si rimette in corsa nel mondiale. Alle spalle del pirata si piazzano Barros e Hayden per un podio targato Honda. Solo quarto Valentino Rossi, che però mantiene un punto di vantaggio in classifica generale su Biaggi.

    sachsenring germania 2005

    2005 - Due gare si svolgono al Sachsenring. La prima vede in testa Nicky Hayden, poi Barros, Rossi, Capirossi e Gibernau. Al giro numero 5 Hopkins cade a terra con la sua Suzuki e rimane immobile al centro della pista. La direzione gara espone giustamente la bandiera rossa, e la corsa si ferma. Si riparte sempre con Kentucky Kid davanti, ma ora è seguito da Gibernau e Rossi. I tre fuggono dal resto del gruppo, poi Sete prende le redini della gara e scappa. Rossi a 6 giri dalla fine sorpassa Hayden e va all’inseguimento di Gibernau. Il pilota di Tavullia prova in tutti i modi a superarlo ma senza risultato. Quando tutto sembrava finito, Gibernau va lungo al rettilineo dell’ultimo giro, e regala la vittoria al pilota della Yamaha.

    Il Dottore parte decimo, ma in solo 13 giri recupera tutte le posizioni e si porta in testa, dopo aver ingaggiato duelli da infarto prima con Roberts, poi con un rinato Tamada, e quindi con Meandri, Hayden e Pedrosa. Vince Rossi, davanti a Melandri e Hayden, che perde punti importanti sul pilota di Tavullia in ottica mondiale. Peccato per Roberts, che nei giri finali cade e travolge il povero Tamada nella caduta.

    pedrosa sachsenring 2007

    2007 - Tanti colpi di scena in questo Gran Premio di Germania edizione 2007. Podio “atipico” con Pedrosa che vince il suo primo Gran Premio tedesco, davanti ad un redivivo Capirossi che riesce in questa gara a star davanti al suo compagno Stoner questa volta solo quinto. Chiude il podio Nicky Hayden che ritorna nei quartieri alti della MotoGP dopo quasi un anno.

    stoner valentino rossi sachsenring germania 2008

    Un vero e proprio diluvio si scatena sul circuito del Sachsenring, ma Casey Stoner non ne risente affatto con la sua Ducati, e vince in solitaria su una pista che ormai è un autentico pantano. Valentino Rossi è l’unico che a tratti tiene il passo del ducatista, ma non può nulla contro lo strapotere di Stoner e si accontenta della seconda piazza a 4 secondi dal leader. Come sempre quando piove vengono fuori gli outsider, e questa volta la spunta Vermuelen che con la sua Suzuki batte in volata Alex De Angelis. Ritirati sia Pedrosa che Lorenzo.

    L’ultima vittoria di Rossi su questa pista è una batosta alle velleità di titolo per Jorge Lorenzo. I due battagliano fino all’ultimo istante, ma a spuntarla è il Dottore per 99 millesimi di secondo. Terzo posto per Dani Pedrosa, che riesce a superare i problemi alle gomme che hanno afflitto la Honda durante tutto il weekend. Problemi che non ha superato Andrea Dovizioso, che per questo si è dovuto ritirare. Le vittorie per Rossi diventano 101 nel motomondiale, con ben 159 podi.

    incidente hopkins germania 2010

    2010 – Anche questa edizione è caratterizzata da una “doppia gara”. La prima si conclude dopo solo otto giri, in quanto Edwards, Espargaro e De Puniet, che ci rimette pure tibia e perone. Si riparte con Pedrosa che va a vincere con autorevolezza, davanti a Lorenzo. Per la terza piazza si scatena la bagare tra Stoner e Valentino che non risente dei 27 centimetri di chiodo impiantati nella gamba dopo l’incidente al Mugello, e duella come ai bei tempi con il canguro australiano. La spunta Stoner, ma Vale c’è.

    pedrosa germania sachsenring 2010

    Dani Pedrosa

    Nel 2011 la vittoria è andata ancora a Dani Pedrosa sulla sua Honda HRC, davanti a Lorenzo e a Stoner, lo stesso podio dell’anno prima. Bellissima gara sul circuito tedesco, con i tre piloti che combattono per il primo posto fino all’ultima curva. Dani torna al successo dopo la caduta di Le Mans che gli ha fatto saltare ben tre gare del Mondiale. In quarta posizione si classifica Dovizioso che brucia Simoncelli e Ben Spies nelle ultime fasi della gara.

    L’edizione del 2012 è stata sicuramente ricca di spettacolo e colpi di scena per quanto riguarda la lotta per la vittoria. Dani Pedrosa parte subito fortissimo, marcato stretto da Jorge Lorenzo e Casey Stoner. I due piloti di casa Honda riescono però a prevalere sugli avversari e daranno vita ad un bellissimo duello che si protrarrà fino all’ultimissima parte di gara, ma che vedrà l’uscita dai giochi del pilota australiano, proprio nel momento del suo ultimo disperato tentativo di prevalere sul suo compagno. Con questa vittoria Dani Pedrosa ottiene il suo terzo successo consecutivo nel Gran Premio di Germania e diventa il pilota più vincente su questo tracciato superando Valentino Rossi. A completare il podio Jorge Lorenzo in seconda posizione e Andrea Dovizioso in terza.

    Il Gran Premio di Germania 2013 ha visto la vittoria di un superbo Marc Marquez che in monoruota va a tagliare per primo il traguardo sotto la bandiera a scacchi! Ottimo avvio di gara per Valentino Rossi che si porta subito al comando, ma che verrà scavalcato nel corso del primo giro da Stefan Bradl che guiderà la gara per circa 4 tornate. Il pilota tedesco rallenta poi il ritmo a circa metà prova e chiuderà al quarto posto. Frizzante come sempre Cal Crutchlow che a circa dieci giri dal termine da quasi l’impressione di poter recuperare il distacco che lo separa da Marquez, ma il giovane pilota spagnolo riesce a controllare bene il recupero di Cal e va a conquistare una meritata vittoria.

    Nell’edizione 2014 fu segnata dalla condizioni meteorologiche variabili, con la pioggia che si palesò poco prima che si componesse lo schieramento di partenza dei piloti. Durante il giro di ricognizione smise di piovere e i piloti entrarono in massa ai box. Marquez, autore di uno spettacolare incidente durante il Venerdi, riuscì a superare subito tutti e portarsi in vetta vincendo la gara seguito da Pedrosa e Lorenzo. Valentino Rossi e Andrea Iannone arrivarono subito giù dal podio.

    Nell’edizione 2015 ebbe lo stesso epilogo di quella precedente ossia con le due Honda sui primi due gradini del podio. Come nel 2014 fu Marquez a vincere la gara seguito a ruota da Pedrosa. Valentino Rossi si accontentò del terzo posto e dei tre punti conquistati nella sfida a distanza con Lorenzo, quarto al traguardo. Una curiosità: tre piloti non ufficiali presero parte alla gara della MotoGP. Hiroshi Aoyama sostituì l’infortunato Karel Abraham, Claudio Corti gareggiò al posto Stefan Bradl, anch’esso assente per infortuno, mentre Michael Laverty fu chiamato al posto di Marco Melandri che annunciò la rescissione del suo contratto con Aprilia.

    1776

    PIÙ POPOLARI