MotoGP Germania: Capirossi si fida della Suzuki

Le Suzuki correranno al Sachsenring, ottava tappa del motomondiale 2010, per confermare il buon risultato di Barcellona

da , il

    Loris Capirossi - Sachsenring

    La Suzuki arriva in Germania decisa a prendersi quante più soddisfazioni possibili per cercare di migliorarsi in un campionato del mondo MotoGP che finora ha visto le moto azzurre sempre in affanno e lontane dalla competitività delle altre scuderie. E il primo a voler fare bene è proprio l’alfiere del Team Rizla Suzuki, il veterano Loris Capirossi: l’italiano arriva al Sachsenring con la convinzione di poter correre agli stessi livelli di Barcellona, dove ha chiuso settimo. Ma anche anche il suo compagno di squadra Alvaro Bautista vorrà dire la sua dopo il quinto posto nel GP di Catalunya.

    Le Suzuki correranno al Sachsenring, ottava tappa del motomondiale 2010, per confermare il buon risultato di Barcellona.

    Loris Capirossi – settimo a Montmelò – sa che può chiedere di più alla sua moto e sta già lavorando per individuare i settaggi migliori: “Dobbiamo continuare nella direzione che abbiamo preso a Barcellona e individuare la soluzione migliore per la moto. Sappiamo che la moto può darci ottime prestazioni,” ha dichiarato Capirex, “Dobbiamo mantenere le posizioni che abbiamo ottenuto a Barcellona, è lì che dovremmo essere, e in alcune gare anche più su.

    Il team è ancora molto concentrato e sappiamo che cosa dobbiamo fare,” ha continuato Capirossi, “Secondo me in Germania possiamo fare bene, la GSV-R andrà bene sul tracciato tedesco e otterremo un buon risultato.”

    Fiducioso anche Alvaro Bautista, che nella classe di mezzo ha sempre ottenuto ha ottenuto buoni risultati sul circuito tedesco e che ha dimostrato in Spagna di poter correre per la Top Ten: “L’ultima gara è stata la prima volta che ho sentito di poter guidare la moto come volevo. Mi sento più in forma e sono sicuro che in Germania sarò al 100%,” ha dichiarato Bautista, “È un circuito piuttosto difficile, ma in 250cc ho ottenuto un paio di buoni risultati, spero che questo mi aiuti anche in MotoGP.”