MotoGP Germania. Casey Stoner al Sachsenring alla conquista della terza vittoria consecutiva

Casey Stoner si prepara ad acciuffare la sua terza vittoria consecutiva ebbene il circuito del Sachsenring non sia tagliato per la sua Ducati

da , il

    Casey SToner

    Vita dura quella del motociclista della classe regina, soprattutto quando arrivano risultati ottimi.

    Tanta pressione che può portare a incresciosi errori, come quello di Valentino, proprio lo scorso anno, proprio sull’ anello del Sachsenring.

    Tante le attese, tantissime le aspettative su Casey Stoner, per esempio, asso desmodromico che in meno di due anni ha riportato Borgo Panigale sul gradino più alto del podio battendo (e non di misura, come era stato l’anno precedente con il Titolo di Nicky Hayden) quel Valentino Rossi spumeggiante di cui la Stampa e la Dorna sono innamorate.

    Casey Stoner si prepara adesso ad affrontare il prossimo appuntamento del Sachsenring e arriva sul circuito tedesco dopo due vittorie consecutive.

    Non c’è due senza tre, sembrano gridare dal paddock Ducati e il pilota australiano vuole fare di tutto per non deludere i suoi tecnici e i suoi tifosi: “La mia Ducati nelle ultime gare è stata perfetta e mi aspetto che vada bene anche in Germania. Sono certo che quest’anno non si ripresenterà il problema alle gomme del 2007 perché la Bridgestone non si è mai fermata e ci sta fornendo degli ottimi materiali. Ci sentiamo abbastanza fiduciosi per il Sachsenring. Già l’anno scorso eravamo stati competitivi e solo un inconveniente con la durata delle gomme ci ha impedito in gara di lottare per la vittoria.” – ha concluso il giovane Casey.

    La pista del Sachsenring, però, non sembra favorevole alla Ducati Desmosedici. “E’ vero che la pista è un po’ diversa dalle solite - aggiunge, infatti, Stoner – ci sono queste curve molto lunghe che non amo molto ma anche dei punti davvero molto divertenti quindi sono abbastanza contento di andarci. E’ stato piacevole anche avere qualche giorno di riposo dopo un mese molto impegnativo. Un week-end di sosta non è una vera vacanza, ma è sufficiente a farti tirare il fiato e a prepararsi per le prossime gare“.

    Valentino e Pedrosa permettendo…