MotoGP Germania – Jorge Lorenzo, grande Sfiducia per la gara di domani…

Jorge Lorenzo e Casey Stoner a confronto dopo le qualifiche per la motoGP di Germania sul circuito del Sachsenring

da , il

    Coniglio

    Nonostante il quinto posto in griglia di partenza, il pilota Fiat Yamaha Jorge Lorenzo dichiara il suo scontento e la sua sfiducia per la gara di domani.

    La sessione di qualifica di oggi non è andata benissimo nè per lui, nè per il compagno di squadra Valentino Rossi, giunto settimo.

    Ora che la Ducati è tornata a brillare, la Yamaha accusa i primi segni di cedimento.

    Le qualifiche di oggi non sono state positive per la squadra dei tre diapason che praticamente non è mai riuscita ad insidiare la prestazione dell’ australiano di Borgo Panigale.

    Un grande sconforto, quindi, regna nei due paddock Michelin e Bridgestone della casa di Iwata: nonostante le coperture differenti e i due diversi stili di guida dei due piloti, non è stato possibile arrivare in cima e questo è, a questo punto, un problema di moto.

    Un problema da risolvere il più velocemente possibile, visto che la gara è domani e che Stoner è in pole position e, a meno di un eento improvviso, sembra correre dritto drittpo verso una vittoria relativamente semplice.

    E’ proprio il pilota desmodromico ad asserire che: “La temperatura della pista era più bassa di circa 10-15 gradi rispetto a venerdì ed è stato difficile fare le scelte per la corsa. Abbiamo fatto un lavoro diverso. Abbiamo trovato delle gomme che possono andare bene con temperature diverse che, tradotto, significa essere in grado di adattare velocemente la moto alle condizioni climatiche.

    Fiuto? Bravura? Tecnica? La si chiami come si vuole, il significa è uno solo: aver capito l’ ingrediente essenziale per la vittoria e saperlo utilizzare.

    In Yamaha non si può dire altrettanto. In qualifica è stato salvato il salvabile, ma per la gara ci vuole qualcosa di più.

    E’ stata una qualifica molto buona ma sul passo di gara è un disastro. Non abbiamo ritmo e non riesco proprio ad essere fiducioso. – racconta Jorge Lorenzo - Facciamo ancora troppa fatica. Se devo fare un bilancio non posso dire di essere contento di come va la moto in questo momento. Sono tornato (dal lungo calvario delle operazioni, ndr), a adesso bisogna aspettare e vedere come vanno le cose domani e poi di nuovo la gara successiva

    Aspettare, dunque. Ma non solo.

    Aspettare e Sperare. In cosa?

    Se non nella tecnica, in qualche coniglio dal capello….

    Foto tratta da pro.corbis.com