MotoGP Giappone 2011: a Motegi rischio radioattività trascurabile

In Giappone il rischio di radioattività è trascurabile

da , il

    motegi rischi radioattività

    Il rapporto di 11 pagine redatte dall’Arpa dell’Emilia Romagna, analizza le sezioni del circuito, le gradinate per il pubblico e l’albergo del tracciato afferma che il rischio radiologico è trascurabile sulla pista di Motegi. Il report è stato diffuso dalla Fim che sta discutendo sulla situazione ambientale del Giappone, dopo il sisma e la crisi radioattiva che ha colpito Fukushima e che ad ottobre dovrebbe ospitare il Motomondiale.

    Dopo il tentato boicottaggio del GP del Giappone di Casey Stoner, la decisione della Federazione sulla possibilità di correre la gara nipponica della MotoGP 2011, si dirige verso tutt’altra direzione.

    Il rapporto dell’Arpa emiliana sulla radioattività giapponese è riassunta nell’ultima frase del testo in questione: “sulla scorta della stima di dose effettuata si può senz’altro affermare che il rischio radiologico per un individuo della popolazione nell’intervallo temporale di svolgimento del GP risulta trascurabile”.

    Da qui il via libera della Federazione internazionale al Gran Premio del Giappone 2011 in calendario il prossimo 2 ottobre. La relazione dell’Agenzia italiana considera però solo la zona di Motegi e non quella di Mito, la cittadina dove la maggior parte degli addetti ai lavori alloggia durante la gara. Ora toccherà ai piloti della Top Class dire la loro opinione.