MotoGP Giappone 2011: Stoner conferma il boicottaggio di Motegi

Stoner continua a dichiarare la sua volontà do boicottare il GP del Giappone per il presunto pericolo di radioattività dopo il terremoto dello scorso marzo

da , il

    Stoner boicotta giappone

    Il pilota della Honda, Casey Stoner insieme a Jorge Lorenzo è stato uno dei pochi piloti ad esporsi pubblicamente sulla questione della gara di Motegi. L’australiano ha subito detto che non sarebbe andato in Giappone se non ci fosse stata una relazione che togliesse ogni dubbio sul pericolo radioattività a seguito dello tsunami che ha danneggiato la centrale di Fukushima con relativa perdita di materiale radioattivo. Stoner ha anche parlato con il capo HRC Shuhei Nakamoto: “ci sono dichiarazioni ufficiali che dicono il reattore nucleare non è al 100% sotto controllo. Ho dato le mie opinioni ed ho diritto a farlo. Nessuno potrà cambiare la mia opinione su questo argomento”.

    Mentre il rivale per il Mondiale, Lorenzo si congratula con Stoner per la vittoria tra le curve di Laguna Seca, l’australiano della Honda pensa al rischio radioattività presente in Giappone, dove si correrà il GP del Motomondiale.

    Inoltre, proprio ieri la FIM ha pubblicato la relazione di un ente terzo sulla radioattività di Motegi ma sembra che l’iridato 2007 non ne voglia sapere: “non credo che la Honda spinga i suoi piloti a correre. Questa è la mia opinione e il mio giudizio, è qualcosa su cui ho già riflettuto”.