MotoGP Giappone: Motegi non sarà sostituito

MOTOGP - Motegi non sarà sostituito da nessun altro circuito nel caso l'emergenza nucleare dovesse richiedere la cancellazione definitiva del Il Gran Premio del Giappone

da , il

    Motogp: Motegi non viene sostituito

    MOTOGPMotegi non sarà sostituito da nessun altro circuito nel caso l’emergenza nucleare dovesse richiedere la cancellazione definitiva del Gran Premio del Giappone: è questo quanto dichiarato da Carmelo Ezpeleta, Ceo Dorna, in relazione alla sfortunata tappa giapponese del Motomondiale 2011.

    Il GP del Giappone è stato rinviato ad ottobre principalmente a causa del terremoto e dello tsunami che hanno devastato il paese nipponico, ma anche per la vicinanza della centrale nucleare di Fukushima.

    GP GIAPPONELa Dorna ha smentito che il Gran Premio del Giappone sarà cancellato per far posto a un GP da correre in Turchia. Lo ha dichiarato lo stesso Ezpeleta in un’intervista: “Stiamo aspettando la decisione dei promoter locali. In ogni caso, se per quest’anno decidessero di rinunciare alla gara, non ci sarebbero sostituzioni. Hanno fissato una gara nazionale per il mese di luglio, questo significa che in quel momento la pista tornerà ad essere utilizzabile. Per allora dovremmo essere certi di quello che faremo.” Tutto verrà deciso quindi dagli organizzatori di Motegi: “Se ci diranno che si può andare avanti con la gara, sono sicuro che sarà perché c’è un livello di sicurezza del cento per cento,” continua il numero uno della Dorna Sports, “Se la situazione non dovesse essere chiara, sono sicuro che sarebbero i primi in grado di valutarla nella maniera appropriata.”

    Nei giorni scorsi molte voci di corridoio davano per scontato lo spostamento dell’appuntamento Motomondiale dal Giappone alla Turchia non solo per quest’anno, ma anche per la prossima stagione. Le dichiarazioni di Carmelo Ezpeleta faranno di sicuro piacere agli organizzatori di Motegi.