Motogp Giappone: tutti i segreti del Twin Ring Motegi

caratteristiche tecniche del circuito di Motegi sede del GP del Giappone di Motogp

da , il

    Il circus del motomondiale sbarca nel paese del Sol Levante sul circuito di Motegi. Situato nelle colline a nord di Tokyo e’ conosciuto anche con il nome Twin Ring Motegi, perche’ all’interno del complesso ci sono due circuiti: un ovale di 2,5 Km e una “normale” di 4801 metri con 6 curve a sinistra, 8 a destra e un rettilineo di quasi 800 metri.

    Il circuito, di proprieta’ della Honda, e’ stato costruito nel 1997 in occasione del cinquantesimo anniversario della nascita della casa dell’ala e dal 99 e’ sede della gara del motomondiale, prima con il nome di GP del Pacifico e poi, dopo la cancellazione del circuito di Suzuka dal calendario, con il nome di GP del Giappone. E’ una pista molto particolare con molti “stop and go“, cioe’ molte curve lente intervallate da rettilinei che mettono a dura prova i freni delle Motogp.

    Stranamente solo una vittoria nella storia del circuito per Valentino Rossi nel 2001. Negli ultimi anni la gara e’ sempre stata vinta da Loris Capirossi in sella alla Ducati. Nel 2007 dietro all’imolese si piazzo’ addirittura Randy de Puniet sulla Kawasaki e al terzo posto Toni Elias su Honda del team Gresini. Un GP dove, viste le condizioni meteo molto variabili, puo’ succedere di tutto..anche di vedere una verdona sul secondo gradino del podio.