MotoGP Honda, Nakamoto ordina: vuole il titolo iridato

MOTOGP - Il boss della Honda, Shuhei Nakamoto, non sembra disposto ad accettare un'altra annata senza titoli

da , il

    Honda MotoGP Nakamoto chiede il titolo

    MOTOGP – Il boss della Honda, Shuhei Nakamoto, non sembra disposto ad accettare un’altra annata senza titoli. Il numero uno dell’ala dorata vuole infatti portare a casa un mondiale MotoGP prima dell’introduzione delle 1000cc, poiché con la 800cc la sua scuderia non ha mai vinto.

    I test invernali fanno ben sperare, con le moto del Team Honda Repsol e del Team Honda Gresini sempre avanti a tutti, ma Nakamoto sa bene che le cose potrebbero cambiare in gara. A lui però non importa: Honda deve vincere!

    HONDA – Shuhei Nakamoto, boss della casa dell’ala dorata, non usa mezzi termini e dice chiaramente che quest’anno si aspetta il titolo iridato: “Non importa la cilindrata, se 800 o 1000, la Honda deve vincere ed è delusa dal fatto che non ci riesce da così tanto tempo,” ha dichiarato il numero uno della Honda, “Siamo delusi di questo. Non abbiamo mai vinto con la 800cc, quindi speriamo di riuscirci quest’anno.”

    TEAM HONDA REPSOLLe risorse messe in pista quest’anno dalla Honda sono imponenti, basti pensare che nel team ufficiale ci sono ben tre piloti – Pedrosa, Stoner e Dovizioso – ma che molto è stato investito anche sulle moto satellite. Nakamoto vuole rifarsi sulla rivale Yamaha e spera proprio che Casey Stoner riesca a bissare la sua vittoria del 2007, arrivata alla stagione di esordio con la Ducati. L’australiano si è detto più volte soddisfatto della RC212V con la quale è stato il più veloce nei test invernali, ma per sapere se davvero il titolo potrà tornare alla casa dell’ala dorata bisognerà aspettare le prime indicazione che arriveranno dal circuito Losail, quando assisteremo al via del mondiale MotoGP 2011.