MotoGP Honda, Stoner: “Nessuno sta avendo un trattamento migliore”

Secondo l’ex pilota della Ducati, Stoner l’importante è che tutti i centauri della HRC possano avere lo stesso materiale e possano concorrere ad armi pari

da , il

    Stoner Honda

    Ap/LaPresse

    L’australiano Casey Stoner non è per niente preoccupato della concorrenza interna che potrebbe svilupparsi all’interno della sua nuova squadra. Infatti, la Honda nella prossima stagione schiererà il campione del mondo 2007, Dani Pedrosa e l’italiano Andrea Dovizioso. Visti i risultati dei primi test, l’ex pilota della Desmo16 ha già messo le cose in chiaro e alla sua prima presa di contatto con la RC212V è stato davanti ai nuovi compagni di squadra ed ha fatto segnare il secondo miglior tempo assoluto.

    Secondo l’ex pilota della Ducati, Stoner l’importante è che tutti i centauri della HRC possano avere lo stesso materiale e possano concorrere ad armi pari.

    Il numero 27 della Honda non sembra preoccupato della differenza di trattamento che potrebbe rivelarsi nel team che già detiene le prestazioni del Dovi e di Pedrosa. Così Stoner si candida ad essere l’uomo nuovo della squadra.

    I risultati dei test di Valencia lo confermano, Stoner è stato un fulmine e rassicura i due team mate sul materiale tecnico a disposizione: “per quanto posso vedere tutti abbiamo la stessa quantità di meccanici e parti meccaniche e nessuno sta avendo un trattamento migliore o peggiore rispetto agli altri, quindi non c’è nulla di sbagliato in questo. In passato la Honda ha già fatto questo ed è stato fantastico, quindi penso che possa essere una grande cosa. Tutti vogliono sempre pensare che sono più importanti o speciali di altri, ma se ognuno ha sempre lo stesso trattamento degli altri non vedo alcun problema e poi tutti noi abbiamo una nostra squadra, propri meccanici ed ingegneri”.