MotoGp Indianapolis 2012, Pole a Pedrosa. Brutte cadute per Stoner e Hayden

Le qualifiche della MotoGp Indianapolis 2012 sono state caratterizzate dalle bruttissime cadute di Casey Stoner e Nick Hayden

da , il

    motogp indianapolis 2012 cadute stoner hayden

    Le qualifiche della MotoGp Indianapolis 2012 sono state caratterizzate dalle bruttissime cadute di Casey Stoner e Nick Hayden. L’australiano non ha riportato serie conseguenze, ma l’impatto è stato durissimo sull’asfalto e inizialmente si temeva per una possibile frattura alla gamba destra. Dopo l’interruzione per rimuovere i detriti si è ripartiti, ma a 8 minuti dalla fine delle prove altro shock con Nicky Hayden che cade rovinosamente e sembra perdere conoscenza prima di tranquillizzare tutti con un movimento del braccio. Anche Ben Spies è stato protagonista di un volo pauroso. Alla ripresa la pole è stata tenuta saldamente nelle mani di Daniel Pedrosa, davanti a Jorge Lorenzo e al nostro Andrea Dovizioso.

    La sessione

    Dura solo 9 minuti il clima di festa sul circuito di Indianapolis, tanti ne bastano per vedere Casey Stoner volar via in curva: la moto rimane pesantemente danneggiata mentre il pilota australiano non riesce a rialzarsi da solo. Devono intervenire i sanitari per farlo uscire dalla pista in barella. Viene esposta la bandiera rossa per permettere la rimozione dei tanti detriti della Honda rimasti sull’asfalto. Il campione del mondo in carica è stato portato nella Clinica Mobile dove è stata esclusa qualunque frattura all’arto destro. E’ direttamente il dottor Marco Russo a far tirare un sospiro di sollievo ai tanti tifosi di Stoner: “Non ha fratture alla caviglia destra, ma sente molto dolore. Per noi può correre, ma la scelta è solo sua“. Pochi minuti di relativa tranquillità e torna la paura sul tracciato famoso per la 500 miglia. Uno dei beniamini di casa, il ducatista Nicky Hayden, sbatte pesantemente sull’asfalto e rimane immobile e privo di sensi per alcuni interminabili secondi. Poi un movimento del braccio rassicura tutti, ma i piloti rumoreggiano per un tracciato che sembra molto, troppo, insidioso. Dal punto di vista tecnico è stato appassionante il duello tra Pedrosa e Lorenzo che si sono fronteggiati a suon di giri veloci e record della pista. Male, malissimo Valentino Rossi che non riesce ad entrare neppure nella top ten e chiude 12° a 2 secondi dalla vetta. Il Dottore ha mollato completamente: se ne riparla nel 2013.

    Griglia partenza qualifiche MotoGp Indianapolis 2012

    1 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 1’38.813

    2 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 1’38.913 0.100

    3 Andrea DOVIZIOSO ITA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’39.235 0.422

    4 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 1’39.279 0.466

    5 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 1’39.437 0.624

    6 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 1’39.465 0.652

    7 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 1’39.549 0.736

    8 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 1’39.748 0.935

    9 Alvaro BAUTISTA SPA San Carlo Honda Gresini Honda 1’40.072 1.259

    10 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 1’40.437 1.624

    11 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 1’40.763 1.950

    12 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 1’40.803 1.990