MotoGP Indianapolis 2013: i commenti dei piloti dopo le qualifiche negli USA [FOTO]

I commenti dei top rider della MotoGP dopo le qualifiche di Indianapolis

da , il

    Alla vigilia della gara che completerà il Gran Premio di Indianapolis 2013, i top rider della MotoGP lasciano il commento in merito alla loro prestazione durante la sessione di qualifiche in cui si è potuto assistere ad un vero e proprio capolavoro di velocità da parte di Marc Marquez. Il pilota di casa HRC è stato il pilota che ha letteralmente dominato in ogni sessione disponibile in questo week-end e in qualifica si prende il lusso di polverizzare un record con un margine quasi irreale. Il Cabroncito cestina il record di Pedrosa siglato l’anno scorso dopo averlo migliorato di ben 8 decimi di secondo… una prova formidabile che apre una porta importante al giovane spagnolo per la probabile conquista di questa decima prova del mondiale 2013.

    Partiamo con l’artefice di questa strepitosa pole position; Marc Marquez non lascia nessuna gloria agli avversari e non solo… non dà nemmeno la possibilità di avvicinarsi ad un tempo che ha letteralmente annichilito la concorrenza: “Ovviamente sono molto soddisfatto di questa pole position che è sempre molto importante, ma quello che conta veramente è pur sempre la gara; durante il GP vero e proprio le condizioni cambiano in maniera sostanziale e l’uso delle gomme sarà il dettaglio più importante a cui dovremo dedicare attenzione. In qualifica è necessario sfruttare la gomma appieno per un giro soltanto o due al massimo, mentre in gara è necessario saperle gestire al meglio per poter concludere con un buon risultato. Alla fine sono riuscito a conquistare una pole con un’ottimo tempo e siamo decisamente competitivi per ottenere la vittoria. Io darò il massimo come sempre!”

    Jorge Lorenzo è il ‘primo’ degli inseguitori di una pole stratosferica; il pilota maiorchino non nasconde comunque la sua soddisfazione di essere tornato in prima fila: “Sono molto contento sopratutto per il fatto che abbiamo ottenuto dei notevoli miglioramenti durante le varie sessioni; il passo gara è decisamente buono e in qualifica sono riuscito ad ottenere la prima fila che per me è molto importante. Ho un buon ritmo costante che potrebbe permettermi di ottenere un buon risultato, magari per un podio anche se la Yamaha non si adatta bene su questo tracciato, inoltre Marquez Pedrosa e Bradl vanno davvero molto forte quindi dovremo fare veramente un buon lavoro. La velocità non ci manca e sono molto fiducioso nel poter lottare per le prime posizioni.”

    Dani Pedrosa è il terzo pilota con il miglior tempo; dopo una FP3 in cui ha tirato fuori un’ottimo stato di forma nonché un potenziale decisamente all’altezza per poter ambire a posizioni importantissime, ribadisce quanto partire in prima fila sia essenziale su questo tracciato: “La qualifica è andata molto bene anche perché siamo riusciti a migliorare i nostri tempi; era importantissimo riuscire ad ottenere la prima fila perché è davvero essenziale su questo tracciato non perdere la scia dei piloti più veloci. Ho un buon feeling con la moto e fisicamente mi sento abbastanza bene; dobbiamo solo valutare bene con quale gomma posteriore è più giusto scendere in pista per la gara.”

    Cal Crutchlow è il primo pilota non ufficiale ad inserirsi nelle prime posizioni; il pilota britannico è stato autore sin’ora di un week-end piuttosto positivo: “C’è un po’ di delusione perché non sono riuscito ad ottenere la prima fila, ma di positivo c’è che ho un feeling molto migliore rispetto al passato su questa pista e quindi non vedo l’ora di poter correre la gara! Credo che il podio possa essere alla mia portata. Voglio fare i miei complimenti a Marc Marquez perché ha fatto davvero una pole strepitosa; spero di poter lottare anche con lui in gara, ma dobbiamo ancora lavorare sul set-up della moto e sulla scelta della gomma migliore da utilizzare in gara.”

    Alvaro Bautista: “Sono molto contento dei miglioramenti che abbiamo ottenuto nell’arco del week-end; la squadra sta facendo un ottimo lavoro e il mio feeling con la moto è decisamente migliorato. Ho provato anche ad usare la gomma posteriore dura, ma non sono riuscito a trarre molti vantaggi così siamo tornati in configurazione morbida. Sono riuscito a fare un buon giro conquistando il quinto tempo in qualifica che non è per niente un brutto risultato; sono riuscito a migliorare di un secondo il mio best time dello scorso anno quindi vuol dire che stiamo facendo un ottimo lavoro. Siamo in crescita di gara in gara e questo mi riempie di fiducia ogni volta che penso ad una gara. Cercherò di fare una buona partenza nel tentativo di prendere subito il mio ritmo cercando di chiudere la gara con il miglior risultato e con punti importanti.”

    Nicky Hayden è il pilota Ducati più veloce in qualifica; Hayden chiude così la seconda fila che è un risultato decisamente buono e guarda con fiducia la gara: “Sono piuttosto soddisfatto del mio risultato ottenuto in qualifica; il sesto tempo non è male e sono inoltre riuscito a fare il miglior giro di tutto il week-end. Durante la FP4 abbiamo fatto alcune modifiche che non mi hanno dato buoni risultati quindi ero un po’ preoccupato per la qualifica, ma appena sono sceso in pista per la Q2 ho trovato subito un buon feeling e così ho cercato di spingere quanto più potevo. Dobbiamo fare ancora qualche modifica per la gara sopratutto per migliorare nei punti più critici del circuito dove l’asfalto è sconnesso; stiamo facendo bene e per l agara sono molto fiducioso.”

    Stefan Bradl: “La temperatura dell’asfalto mi ha creato diversi problemi così non sono riuscito ad andare oltre all’ottavo tempo; nel tentativo di migliorare sono anche caduto e questo è stato il campanello d’allarme che non potevo andare oltre. Non ho molte preoccupazioni per quanto riguarda il passo gara perché ho un buon ritmo e so di essere piuttosto veloce. Anche se la gara sarà molto difficile rimango molto fiducioso.”

    A cura di Alessio Mora