MotoGP Indianapolis 2015, Valentino Rossi: “Podio faticoso! Ma bene per il mondiale”

MotoGP 2015: Valentino Rossi commenta il podio ottenuto ad Indianapolis per il GP degli USA guardando anche al campionato ed alle prossime gare in calendario

da , il

    MotoGP Indianapolis 2015, Valentino Rossi: "Podio faticoso! Ma bene per il mondiale"

    Valentino Rossi salva il suo weekend della MotoGP ad Indianapolis edizione 2015 con l’ennesimo podio e, grazie al successo rubato nel finale da Marx Marquez a Jorge Lorenzo, limita i danni anche in classifica regalando sul campo solo 4 punti al compagno-rivale. In attesa di capire quanto anche lo spagnolo della Honda vada preso in seria considerazione come rivale per il titolo, al Dottore può andare bene così. “Ho perso solo pochi punti da Jorge e mi sta bene - ha dichiarato nella conferenza stampa post-gara – Sono partito dietro ed ho rimontato. Quando ho raggiunto Pedrosa l’ho passato, però lui non ha mollato ed alla fine la mia gara si è basata sul battermi con lui. In definitiva è andata bene perdere solo 4 punti da Jorge e 9 da Marc. È stato fondamentale riuscire ad avere la meglio su Dani”.

    Yamaha più in difficoltà di Honda ad Indianapolis

    “Qui ad Indianapolis la Yamaha si comportava in modo tale che si dovesse stare piegati per più tempo rispetto alle Honda e, quindi, si finiva con il consumare di più le gomme rispetto a loro – ha proseguito Valentino Rossi spiegando anche come mai Lorenzo abbia dovuto alzare bandiera bianca nel finale mentre duellava con Marquez - Per me non è stato facile a fine gara avere la meglio su Pedrosa. In definitiva qui a Indy ho confermato il terzo posto dello scorso anno”.

    Valentino Rossi: “Basta limitare i danni”

    Se la stagione di Marc Marquez è da rimonta impossibile a causa dei punti lasciati per strada nei primi appuntamenti, il duello tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi è ancora tutto da costruirsi. Il Dottore lo sa bene e già ha in mente quali siano i suoi margini di miglioramento, necessari per stare in lotta fino alla fine:Ora devo lavorare sulle prove e sulla qualifica, perché se fossi partito più avanti avrei sicuramente dato fastidio a Jorge e Marc. Magari non li avrei battuti qui ma sarei rimasto più vicino ed avrei faticato meno per ottenere questo podio. Le prossime due gare di Brno e Silverstone ci diranno molto sul prosieguo della stagione e lì sia Lorenzo che Marquez andranno fortissimo – ha concluso – se voglio arrivare a Valencia ancora in lotta per il titolo dobbiamo fare la differenza e, anziché cercare di perdere meno punti possibili, riprendere a guadagnarli cominciando anche a battere la Honda sulle piste che ce lo consentiranno”.

    MotoGP 2015: la classifica di Rossi, Lorenzo e Marquez dopo Indy

    Ricordiamo che Valentino Rossi, grazie ad una strepitosa regolarità che lo ha portato sempre sul podio quest’anno, ha 9 punti di vantaggio in classifica su Jorge Lorenzo dopo 10 gare sulle 18 totali della stagione 2015 di MotoGP. Marquez, sulla carta ancora il più temibile, è dietro di 56 lunghezze a causa di ben tre ritiri rimediati tra Argentina, Mugello e Barcellona. Se Rossi proseguirà con questo ritmo, sarà impossibile per il campione in carica della Honda andarlo a riprendere ma il Dottore non può permettersi neppure un mezzo passo falso. Quanto al duello con Lorenzo, è veramente tutto apertissimo anche perché, ad eccezione delle prime tre gare dell’anno, il maiorchino è complessivamente andato meglio di Rossi.