MotoGP, Jorge Lorenzo in Ducati: un affare per tutti

MotoGP, Jorge Lorenzo in Ducati: un affare per tutti
da in Curiosità MotoGp, Jorge Lorenzo, Mercato Piloti MotoGP, MotoGP 2017, News MotoGP, Piloti MotoGP 2017, Team MotoGP 2017, Yamaha MotoGP
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    Il passaggio di Jorge Lorenzo in Ducati è un affare per tutti. Il campione del mondo, per il prossimo biennio, sarà alla guida della Desmosedici e cercherà di riportare il titolo mondiale a Borgo Panigale. Noi di Derapate abbiamo analizzato questa scelta e l’addio sembra, almeno sulla carte, un affare per tutti e non solo per Jorge Lorenzo. Girate le pagine per leggere il nostro editoriale sul passaggio del campione del mondo alla Rossa di Borgo Panigale. Per seguire le prove libere 2 LIVE in diretta della MotoGP Jerez 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Jorge Lorenzo arriva in Ducati con 5 mondiali in bacheca e risultati importanti ottenuti dal suo approdo in MotoGP. Lo spagnolo potrà finalmente diventare “uomo-immagine” di una casa e non dovrà più vivere con l’ingombrante ombra di Valentino Rossi. Lorenzo avrà a disposizione anche una moto che, almeno sulla carta, è al pari di Yamaha e Honda per giocarsi le chance di vincere il titolo. Una eventuale vittoria sarebbe uno smacco e una beffa per il suo ‘nemico’ di Tavulia.

    Non ce ne vogliano i due Andrea (Dovizioso e Iannone) ma Lorenzo è un pilota top. Il curriculum e la bacheca del maiorcano è decisamente migliore rispetto a quella dei due piloti italiani. Lorenzo, insieme a Marquez, Rossi e Pedrosa, forma il team dei ‘Fantastici 4′ della MotoGP. Per la Ducati, aver messo sotto contratto uno di questi piloti, è sicuramente positivo. Con Lorenzo si punterà al titolo.

    Il passaggio di Jorge Lorenzo in Ducati sarà vantaggioso anche per Yamaha e Valentino Rossi. La scuderia giapponese aveva fatto capire di preferire il Dottore, anche dopo i fattacci dello scorso anno, e lo stesso Valentino potrà tornare finalmente ad essere sereno nel box. Lorenzo e Rossi sono ai ferri corti e hanno costruito una sorta di ‘muro virtuale’ tra di loro. Nel prossimo biennio Valentino e la Yamaha avranno un clima migliore nel box non avendo più la figura di Lorenzo.

    Infine sarà un vantaggio anche per la Dorna. Avere i tre migliori piloti in tre team diversi (Rossi in Yamaha, Marquez in Honda e Lorenzo in Ducati) renderà elettrizzante il prossimo biennio. Se Pedrosa, pare difficile ma una possibilità c’è ancora, dovesse accettare l’offerta della Suzuki ci sarebbero i quattro piloti più forti in quattro case differenti.

    467

    PIÙ POPOLARI