MotoGP Laguna Seca 2013: i commenti dei piloti alla vigilia del GP degli USA

I commenti dei top rider della MotoGP alla vigilia del Gran Premio di Laguna Seca 2013

da , il

    A poco meno di 5 giorni dal Gran Premio di Germania, la MotoGP è pronta per scendere nuovamente in pista sul circuito californiano di Laguna Seca. Gara che non vedrà la partecipazione delle classi minori a causa di molti, quanto controversi regolamenti in vigore nello stato che ospiterà l’evento. La notizia in evidenza è sicuramente la partecipazione al Gran Premio da parte di Jorge Lorenzo; il campione del mondo ha ricevuto l’ok da parte dei medici e ne approfitterà se non altro per poter valutare il suo stato di forma fisica. Resta certa in ogni caso la presenza di Dani Pedrosa che fu costretto allo stop durante il GP del Sachsenring. Pista che sarà percorsa per la prima volta dal leader della classifica iridata Marc Marquez che avrà solo due giorni a disposizione per cercare di imparare quanto più possibile le insidie che presenta il circuito americano. Prova fondamentale anche per Valentino Rossi che dovrà mostrare il suo ritrovato feeling con la sua M1.

    Marc Marquez si presenta a Laguna Seca dopo l’ottima prestazione in terra tedesca; il leader della classifica mondiale non ha mai corso su questa pista e questo potrebbe presentare un problema in più per il giovane talento spagnolo: “Anche se la vittoria in Germania non è stata per me una vittoria ‘pulita’ a causa dell’assenza di due grandi piloti come Pedrosa e Lorenzo, mi sento molto in forma e felice perché nonostante tutto è stato un ottimo risultato. A Laguna Seca non ho mai corso e ci arrivo senza aver avuto molto tempo per riposare e stando a ciò che dicono gli altri piloti è una pista molto tecnica e visto che non la conosco dovremo lavorare sodo sin da subito. A quanto pare è un tracciato che presenta molti punti ciechi dove bisogna avere dei buoni riferimenti per poter essere veloce; io e la squadra daremo il massimo per cercare di ottenere il miglior risultato possibile.”

    Jorge Lorenzo è sicuramente il pilota più atteso in questo Gran Premio; dopo la seconda operazione subita a causa della caduta del Sachsenring, il campione del mondo si sente in forma abbastanza per tentare il rientro: “Dopo i test medici e aver parlato con il dott. Rodriguez ho deciso di provare a correre a Laguna Seca. Inizialmente pensavo di dover aspettare fino alla gara di Indianapolis, ma negli ultimi giorni mi sono sentito decisamente meglio così voglio almeno provarci senza esagerare e prendere troppi rischi. E’ una scelta che ho preso per me, i miei tifosi, ma sopratutto per la mia squadra. Volevo ringraziare tutti quanti per il supporto che mi è stato riservato in questo periodo e il mio grazie va sopratutto ai medici che si sono presi cura di me al meglio sopratutto dopo l’incidente del Sachsenring.”

    Dani Pedrosa si presenta in America dopo lo stop del Sachsenring; fortunatamente l’incidente non ha avuto conseguenze troppo gravi per il pilota di casa Honda e a Laguna Seca vorrà testare sopratutto il suo stato di forma:“Il mio week-end in Germania non è stato certo positivo; una caduta durante un Gran Premio non è certo una bella cosa, ma fortunatamente non ho riportato conseguenze gravi. E’ stato un peccato perché ho perso un’occasione importante, ma se penso che ho riportato solo una piccola frattura, posso dire essere ancora fortunato. Adesso però devo tornare in pista perché voglio valutare quanto posso essere in grado di guidare, valutando la mia condizione fisica. Spero di poter fare un buon week-end.”

    Andrea Dovizioso: “Ormai è sempre un enigma poter valutare cosa mi aspetta su ogni pista che non ho mai provato con questa moto; credo che possano presentarsi le stesse condizioni che abbiamo riscontrato al Sachsenring. La pista è molto breve e tortuosa e forse l’inserimento in curva potrebbe essere meno problematico rispetto alla pista tedesca, ma a quanto pare su questa pista le moto tendono a muoversi molto a causa del particolare disegno. Laguna Seca non è una delle mie piste preferite e credo che non si adatti troppo bene alla nostra GP13, ma cercheremo di dare il massimo per cercare di ottenere il miglior risultato possibile.”

    Nicky Hayden: “Su questa pista ho dei bellissimi ricordi, sin da quando correvo nel campionato A.M.A Superbike; in MotoGP ho vinto due volte qui quindi posso dire di apprezzare molto questa pista. Il tracciato è per me molto bello; è difficile e bisogna conoscerlo molto bene per essere veloci, inoltra è necessario sentirsi sicuri cercando di fare le traiettorie migliori per poter fare dei tempi interessanti. Con la Ducati non ho ancora ottenuto un buon risultato qui e mi piacerebbe riuscirci quest’anno e magari andarmene in vacanza più soddisfatto!”

    Alvaro Bautista: “Il fine settimana in Germania non è stato certamente facile per noi, ma ciò nonostante abbiamo raccolto un risultato tutto sommato buono. Abbiamo fatto sicuramente un step in avanti rispetto ad Assen, miglioramenti ce ne sono stati anche se dobbiamo continuare a lavorare per crescere ancora. Laguna Seca non è certo una pista semplice per noi che con i suoi saliscendi mette a dura prova la resistenza del pilota, ma sopratutto il feeling che si può avere con la moto. Lo scorso anno abbiamo avuto molti problemi con le sospensioni, ma siamo riusciti a migliorarci molto da allora. Stiamo lavorando bene e credo che quest’anno potremo fare un buon risultato.”

    A cura di Alessio Mora