MotoGP Laguna Seca 2013, la storia: 2005-2012:

da , il

    laguna_seca_circuit

    Il circuito Mazda Raceway di Laguna Seca è una pista utilizzata da campionati automobilistici, dove dal 2005 ha ripreso a gareggiare anche la MotoGP. Le altre classi non corrono su questo tracciato per alcune normative dello stato californiano, ma oggi, dopo la totale esclusione del 2 tempi dal Motomondiale, resta pur sempre problematico e di poco interesse inserire anche le classi minori. Il tracciato americano è stato inaugurato nel 1957 e da allora il disegno del circuito è stato modificato nel 1988 per arrivare alla lunghezza minima prevista dalla FIM per i circuiti che vogliono entrare a far parte del calendario del motomondiale.

    Dopo le modifiche della fine degli anni ’80 la pista non fu però esente da modifiche atte ad adeguare i livelli di sicurezza dell’impianto a quelli richiesti dagli organizzatori della MotoGP: vennero ampliate le vie di fuga, ci fu la sostituzione dei cordoli e l’espansione di parte del rettilineo principale. Attualmente il tracciato misura 3610 metri con 11 curve, di cui 7 a sinistra e 4 a destra. Il rettilineo più lungo misura appena 453 metri, ma nonostante la scarsa lunghezza e l’uscita a circa 70 metri dall’ultima curva i piloti toccano addirittura i 270 km/h.

    Per quanto riguarda l’albo d’oro di questo tracciato, abbiamo: Casey Stoner che con le sue 3 vittorie eguaglia i successi del grande Wayne Rainey; Nicky Hayden con due vittorie mentre una vittoria a testa per Daniel Pedrosa, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Quindi la Honda ha ottenuto il maggior numero di vittorie, cinque, seguita dalla Yamaha con due e dalla Ducati che qui ha vinto una sola volta.

    GP LAGUNA SECA 2005

    Prima edizione del gran premio degli Stati Uniti d’America, i piloti americani sono avvantaggiati rispetto alla concorrenza visto che conoscono già il tracciato e questo è evidente fin dal primo turno, infatti è Nicky Hayden il mattatore di questo gran premio sempre veloce con la sua Honda, sotto la bandiera a scacchi precede il connazionale Colin Edwards che si mette alle spalle il compagno Valentino Rossi. L’americano di casa Yamaha è autore di una splendida rimonta dalla settima casella di partenza che vede il suo culmine nel sorpasso al cavatappi proprio ai danni del Dottore; ai piedi del podio troviamo un Max Biaggi che vince una bagarre con Sete Gibernau, durata tutta la gara.

    GP LAGUNA SECA 2006

    Bis di Kentucky Kid (alias Nicky Hayden), che dopo una qualifica dove chiude solamente sesto, è autore di un’ottima gara, che lo lancia verso la conquista del titolo, complice il ritiro del suo diretto avversario Valentino Rossi per la rottura del motore a due giri dalla bandiera a scacchi. La classifica finale vede quindi Nicky vincere davanti al suo compagno di squadra Dani Pedrosa, esordiente in MotoGP, terzo Marco Melandri, dietro alle tre Honda troviamo la KR211V di Kenny Roberts Jr che precede le due Suzuki di Chris Vermeulen, che per 13 giri era stato al comando della gara salvo poi decadere a causa di un problema allo pneumatico posteriore, e John Hopkins.

    GP LAGUNA SECA 2007

    È l’anno di Casey Stoner, il primo pilota non americano a vincere a Laguna Seca. L’australiano con la sua Ducati domina tutti i turni fin dal Venerdì, dimostrando un passo insostenibile per gli avversari. La gara è un copione già scritto, Casey in fuga solitaria e dietro di lui le posizioni si congelano già dopo pochi passaggi e i distacchi diventano imbarazzanti, il secondo pilota al traguardo Chris Vermeulen accusa quasi 10 secondi di distacco, mentre Marco Melandri che chiude terzo è addirittura a oltre 25 secondi dal canguro australiano. I primi tre sono tutti gommati Bridgestone, la prima moto gommata Michelin è quella di Valentino Rossi in quarta posizione che chiude a 5 secondi dal podio, il “mostro della Laguna” che aveva dominato le edizioni passate si ritira al 22esimo giro per una caduta.

    In ottica mondiale la gara americana chiude il mondiale con Stoner davanti a tutti con già 44 punti di vantaggio su Rossi.

    GP LAGUNA SECA 2008

    Stoner sembra voler ripetere il week end della scorsa stagione, impressionante il suo passo gara quasi mezzo secondo più veloce di tutti gli altri, sembra quindi inevitabile un altro soliloquio dell’australiano con gli altri piloti in lotta per la seconda posizione. Valentino Rossi però sa che nonostante sia in vetta alla classifica mondiale, se Casey gli recupera minimo 5 punti a gara perderà il mondiale, decide quindi che questa gara DEVE vincerla e per questo decide di non dare occasione all’avversario di scappare rispondendo subito a ogni suo sorpasso.

    Vale mette in pratica la sua stategia fin dai primissimi giri, si libera subito di Hayden che l’aveva passato al via e si mette sulle tracce del ducatista, appena lo raggiunge ecco il primo sorpasso, ovviamente Casey non ci sta e ne nasce un duello altamente spettacolare che ha il suo culmine nel sorpasso di Vale al cavatappi dove per stare davanti a Stoner l’italiano arriva a mettere le ruote sulla ghiaia interna al cordolo, la sua Yamaha perde ovviamente aderenza, quando Rossi rientra in pista trova Casey e i due arrivano quasi al contatto (con Casey che per evitarlo allarga la traiettoria della sua Ducati).

    I sorpassi fra i due continuano ancora, specie sul rettilineo dove il motore Ducati fa la differenza, ma Vale risponde nel guidato, alla fine Stoner forza troppo l’ultima staccata che riporta sul traguardo e cade a pochi giri dalla fine (gli si chiude l’anteriore nella via di fuga ndr) ma grazie al vantaggio accumulato fino a quel momento sugli inseguitori riesce a rientrare in pista e chiudere in seconda posizione.

    Al terzo posto chiude un ottimo Chris Vermeulen che vince la bagarre con Dovizioso e Hayden, da segnalare lo spettacolare high side di Lorenzo al quarto giro che gli ha procurato la frattura di entrambe le caviglie.

    GP LAGUNA SECA 2009

    Dopo prove dominate da un Jorge Lorenzo in splendida forma, la vittoria va a sorpresa a un Dani Pedrosa su Honda che precede le due Yamaha Factory, ma nel finale rischia di perdere la prima posizione a favore di Valentino Rossi, infatti lo spagnolo in due giri butta via un vantaggio di 3.5 secondi dando la possibilità proprio all’italiano di tentare un attacco all’ultima curva. Lorenzo chiude terzo condizionato anche dalla botta al piede e alla spalla destra rimediata durante la caduta nei minuti finali delle qualifiche. Problemi per le Ducati che vede Casey Stoner interpretare il ruolo del suo miglior pilota chiudendo quarto ma mai nelle condizioni di lottare per la vittoria.

    GP LAGUNA SECA 2010

    Appuntamento clou per la conquista del mondiale 2010, che vede Lorenzo come dominatore annunciato, ma che trova in Dani Pedrosa un degno avversario. Dani da il 101% in questa gara per tentare di relegare l’avversario in seconda posizione, ma dopo dieci giri da assoluto protagonista lo spagnolo cade a terra lasciando strada libera a Jorge che si invola definitivamente verso la conquista del titolo mondiale. Dietro di lui troviamo Casey Stoner su Ducati e un ottimo Valentino Rossi che torna sul podio alla seconda gara dopo il rientro dall’infortunio occorsogli al Mugello.

    Dietro di loro un Andrea Dovizioso che ha provato fino all’ultimo ad attaccare la Yamaha numero 46, che precede a sua volta un trio di americani formato da Hayden, Spies ed Edwards nell’ordine.

    GP LAGUNA SECA 2011

    Arriva la seconda vittoria per Casey Stoner su questo tracciato, questa volta però sulla Honda RC212V, l’australiano si prende una vittoria di forza sugli spagnoli Lorenzo e Pedrosa, infatti dopo una partenza per nulla brillante Casey si ritrova lontano dalle posizioni di testa, col passare dei giri però Stoner recupera il terreno perso e al 17° giro attacca il proprio compagno di squadra Pedrosa al cavatappi, per vedere il sorpasso su Lorenzo bisogna attendere altri nove giri: l’australiano affiana e supera all’esterno lo spagnolo nel curvone verso sinistra dopo il traguardo (le MotoGP lo percorrono a circa 265 km/h) andando quindi a cogliere una vittoria importante in ottica mondiale visto che porta a venti i punti di vantaggio su Jorge. Dietro di loro troviamo Ben Spies che sorpassa al penultimo giro Dovizioso, mentre Valentino Rossi chiude in sesta posizione vincendo la lotta col compagno di squadra Nicky Hayden.

    GP LAGUNA SECA 2012

    Il Gran Premio di Laguna Seca del 2012 vede il secondo trionfo consecutivo di un superlativo Casey Stoner sulla pista californiana. La gara parte con Jorge Lorenzo dalla prima posizione in griglia dopo la pole position ottenuta il sabato, ma dopo una serie di tornate in cui il pilota maiorchino sembrava prevalere, ecco giungere Casey Stoner che dopo la partenza dalla seconda posizione in griglia e un duello molto acceso con il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, decide di salire in cattedra infilando il connazionale rivale proprio sulla linea del traguardo, appena prima della curva Andretti. Una manovra che non darà più nessun scampo agli avversari che si dovranno accontentare di veder volare il campione australiano verso il suo terzo successo su questa pista. Il podio verrà poi completato nell’ordine da Lorenzo e Pedrosa, mentre Valentino Rossi e Ben Spies sono protagonisti di due cadute distinte nel punto più caratteristico e famoso del tracciato: il Cavatappi. Con questa vittoria Casey Stoner diventa il pilota più vincente sul circuito americano dall’introduzione della MotoGP, eguagliando il leggendario Wayne Rainey che vanta lo stesso numero di vittorie, ma in classe 500.