MotoGP Le Mans 2013: le pagelle dei piloti dopo il GP di Francia [FOTO]

da , il

    E’ sempre difficile poter dare un giudizio obiettivo ai protagonisti di un Gran premio, specialmente quando ha riservato molte sorprese, mischiate ad una marea di polemiche nel dopo gara. Il GP di Le Mans è stato sicuramente all’insegna di tutto questo è ha dato adito a molti dubbi sulle effettive condizioni di competitività sia di qualche pilota che di qualche squadra. Honda è sicuramente la scuderia più in forma di questo campionato 2013 che ottiene il terzo successo su quattro gare! Non male per una casa che sembrava dovesse sottostare ancora al potere di Yamaha e Lorenzo e che invece si vede gloriosamente in testa su tutti i fronti, sia nella classifica piloti che costruttori.

    Gara che ha messo in evidenza anche il potenziale di Ducati che, con Dovizioso e Hayden, ottengono rispettivamente un buon quarto e quinto posto.

    Proviamo pertanto a dare un voto che sia il più obiettivo possibile ai protagonisti di questo bellissimo GP di Francia.

    A cura di Alessio Mora

    E’ d’obbligo partire con il vincitore di questa gara, Daniel Pedrosa che è stato autore di una prestazione davvero convincente su una pista in cui nella top class non aveva mai vinto. Merita sicuramente un elogio perché non solo ha ingaggiato più volte un bel duello sul bagnato con Dovizioso prima di andarsene “quasi” in solitaria, ma anche perché è il pilota che ha commesso meno errori e che nonostante i continui scambi di posizioni, è riuscito a mantenere alta la concentrazione fino alla fine e ciò gli ha permesso di effettuare manovre e sorpassi che avranno sicuramente entusiasmato. Pedrosa viene da tre ottime prestazioni consecutive ed essere leader della classifica mondiale è il giusto premio per un pilota che non si arrende mai.

    VOTO 10

    Cal Crutchlow era reduce da un sabato insanguinato e dolorante; nelle qualifiche il pilota britannico del team Tech-3 incappa in una brutta caduta che sembrava avergli compromesso definitivamente ogni possibilità di poter disputare una buona gara. Invece contro ogni pronostico conquista un sorprendente secondo posto mettendosi dietro due Yamaha ufficiali che chiuderanno molto indietro rispetto a lui. Il massimo del voto lo si dovrebbe ottenere solo se si vince una bella gara; lui non ha vinto ma ha fatto sicuramente una gran gara! VOTO 9,5 + 0,5

    Marc Marquez: ottiene una grande pole position nel sabato di qualifiche, poi si perde nella prima parte di gara. Commette molti errori nel tentativo di recuperare e quando la pista comincia ad asciugarsi sente che può agguantare il podio. Risale bene, guida forte e recupera posizioni buone. A due giri dalla fine esegue un bel sorpasso all’esterno in variante su Dovizioso e se lo lascerà dietro definitivamente. Forse se si fosse svegliato un po’ prima avrebbe potuto ambire a qualcosa di più, ma un terzo posto dopo il pessimo avvio è oro. VOTO 9

    Andrea Dovizioso: per buona parte della gara molti saranno rimasti con la bava alla bocca e con gli occhi increduli… invece era tutto vero! Andrea è stato autore di un eccellente week-end e di un’ottima sessione di qualifiche che gli ha dato la possibilità di partire in prima fila durante la gara. Al semaforo spento è partito come un proiettile e si è portato subito in prima posizione e ci rimarrà e ci ritornerà per quasi l’intera durata della gara. Solo gli pneumatici rain, sfiniti di correre su tratti asciutti della pista, gli toglieranno ogni possibilità di agguantare il podio dopo una prestazione superba. VOTO 9

    Nicky Hayden: il pilota americano è autore di una prestazione che nell’insieme può essere considerata buona. Non è protagonista di un eccellente week-end di prove e in qualifica ottiene a malapena il decimo posto con oltre un secondo di ritardo da Marquez. La gara però ha diversi aspetti e le condizioni meteo possono rimescolare completamente quanto visto in prova. Nicky non parte male e dopo il primo giro recupera subito 5 posizioni e si mette a ridosso di Valentino Rossi a circa metà gara. Solo l’arrivo dalle retrovie di un Marquez inferocito gli toglie il quarto posto, ma anche Dovizioso ha dovuto cedere il podio sempre in favore del pilota Honda! VOTO 8

    Valentino Rossi: il pilota pesarese inizia molto bene il week-end di Le Mans e questo a partire dalle prove libere del venerdì in cui ottiene due ottimi piazzamenti al terzo posto. In qualifica però entra un po’ in crisi; non riesce a tenere il passo degli altri e sul giro secco è davvero distante tanto da accusare un ritardo di quasi un secondo nei confronti del poleman Marc Marquez. In gara sembra mettersi bene e in effetti nella prima parte riesce a tenere il passo dei primi, tant’è che resta agganciato alla terza posizione fino al momento in cui Hayden da dietro si fa sentire. Rossi probabilmente avrà cercato di forzare nel tentativo di non lasciar scappare il gruppetto di testa e in quella curva 6 ha dovuto gettare ogni speranza di gloria. Rientrerà in pista ma chiuderà solamente 12°, risultato non generoso e che sicuramente non rispecchia l’andamento di quanto mostrato nell’intero week-end, visto che in gara, errore a parte, poteva essere la migliore Yamaha ufficiale. VOTO: /

    Jorge Lorenzo: tra i candidati alla vittoria su questa pista e con condizioni di bagnato, Lorenzo era sicuramente il più quotato. Inizia la mattina di gara in maniera folgorante dopo un warm up pazzesco. In gara resiste in seconda posizione solo per tre giri poi cominciano i guai per lui. Viene superato da tutti, lotta pure con Bautista (Voto 6,5) per la sesta posizione e la perde pure… ci mancava solo una Ducati guidata da un collaudatore ( Pirro VOTO 8 ) a mettergli le ruote in fronte e lo 0 era d’obbligo. Per fortuna evita un’umiliazione così pesante e chiude con un deprimente 7° posto. Lorenzo ieri ha avuto una delle sue peggiori giornate da quando corre in Yamaha. VOTO 4