MotoGP Le Mans 2014, Rossi indietro nelle libere e preoccupato: “non sono veloce”

Valentino Rossi è preoccupato al termine del venerdì di prove libere a Le Mans: decimo tempo per il Dottore nella sessione pomeridiana, staccato di un secondo dal leader Marc Marquez

da , il

    Valentino Rossi MotoGP LE Mans 2014

    Valentino Rossi è preoccupato al termine del venerdì di prove libere a Le Mans: decimo tempo per il Dottore nella sessione pomeridiana, staccato di un secondo dal leader Marc Marquez. Nella sessione del mattino, Rossi era andato meglio, chiudendo col terzo crono a due decimi da Marquez, ma nel pomeriggio è sempre stato lontano. “Non sono stato in grado di essere veloce e vicino ai migliori, la moto è molto nervosa” ha spiegato Rossi. Contento invece Andrea Iannone, secondo crono assoluto con la Ducati Pramac a soli 7 millesimi da Marquez.

    Le parole d’amore di ieri in conferenza stampa con la ribadita volontà di prolungare di due anni il contratto con la Yamaha non hanno portato bene a Valentino Rossi che ha chiuso scuro in volto il venerdì di prove libere a Le Mans. Per il Dottore decimo tempo assoluto e la consapevolezza che tra domani e domenica servirà ben altro per competere coi migliori. “Non sono contento, non sono stato in grado di essere veloce e vicino ai migliori. Ho avuto parecchi problemi, specialmente in accelerazione perché la moto è molto nervosa. Abbiamo provato a modificare qualcosa, ma senza riuscire a risolvere il problema” ha spiegato Rossi. “Qui è fondamentale partire tra i primi cinque, quindi per le qualifiche dovremo controllare i dati e migliorare per diventare più competitivi. Dovremo cambiare molte cose”.

    Decisamente più soddisfatto e ne ha tutti i motivi vista l’ennesima giornata da dominatore incontrastato, Marc Marquez. “Mi sono sentito subito bene in pista: siamo partiti con il setup di Jerez e ha funzionato anche qui. Oltre a essere veloci sul giro singolo, anche il nostro ritmo gara è stato davvero buono. Adesso però dovremo fare ancora meglio perché sono sicuro che anche gli altri piloti cresceranno”.

    iannone le mans

    Il più vicino a Marquez nel venerdì del Gran Premio di Francia è stato Andrea Iannone che ha sfruttato al meglio la gomma supersoft a disposizione delle Open, centrando il secondo tempo assoluto a 7 millesimi da Marquez. “E’ stato un turno molto buono, abbiamo fatto tante modifiche che hanno migliorato la moto, portando dei risultati. Sono contento, anche in ottica gara. Sembra che riesca a girare su un ottimo passo costante di 1’34″, non male”.

    Meglio del compagno di scuderia Valentino Rossi, ma lo stesso lontano dai primi, Jorge Lorenzo, settimo: il maiorchino vede però rosa per domenica. “L’obiettivo è il podio, sul gradino più alto possibile. Sarà importante non fare errori. Per ora sono molto contento perché ho un ritmo costante con lo stesso pneumatico usato per tutta la sessione, a differenza degli altri piloti che hanno usato gomme nuove. Con la gomma nuova potevo togliere mezzo secondo e sarei stato vicino a Marquez”.