MotoGP Le Mans 2015, Andrea Iannone: “spalla sinistra lussata ma correrò”

Andrea Iannone è caduto durante i Test al Mugello. Il pilota ha una spalla lussata ma correrà il Gran Premio di Le Mans 2015. Gli aggiornamenti sull'incidente.

da , il

    Buone notizie in casa Ducati. Andrea Iannone correrà il Gran Premio di Le Mans 2015. Il pilota italiano, dopo essere caduto rovinosamente al suolo durante dei Test al Mugello, ha riportato una sublussazione alla spalla sinistra ma questo non gli precluderà di correre in Francia. Il pilota nei prossimi giorni si sottoporrà a dei trattamenti fisioterapici per cercare di essere al meglio al via del Gran Premio. Il ducatista ha rassicurato tutti sul suo stato fisico: “Sono stati due giorni utili di Test e sono contento di quello che siamo riusciti a fare. Purtroppo sono caduto all’Arrabbiata 2 procurandomi una botta alla spalla sinistra. Nei prossimi giorni faremo delle cure per cercare di essere al meglio Domenica. A parte l’incidente sono comunque soddisfatto per come stiamo lavorando in questo periodo. La nostra moto è ancora nuova e stiamo lavorando per trovare il migliore set-up in vista del proseguo della stagione.” Girate la pagina per leggere ciò che è successo al pilota di Vasto. Per seguire il LIVE della gara della MotoGP Le Mans 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Cosa era successo

    Brutta notizia in casa Ducati. Andrea Iannone potrebbe saltare il Gran Premio di Le Mans, quinta prova del Mondiale 2015. Il pilota italiano è stato vittima di un incidente mentre era impegnato in un Test al Mugello con la Desmosedici GP15. Già nella giornata di ieri Iannone è stato vittima di una caduta nei pressi della Arrabbiata 1 mentre oggi è caduto all’Arrabbiata 2 in un punto molto pericoloso in quanto il pilota stava transitando ad alta velocità. Iannone ha picchiato forte la spalla ed è tornato al box molto dolorante. Il primo responso è di una spalla lussata ed in serata il pilota verrà visitato dal Professor Giuseppe Porcellini dell’ospedale di Cattolica, lo specialista che ha già trattato per problemi simili in passato, anche Valentino Rossi e Marco Melandri. Nel box Ducati c’è grande attesa per scoprire il responso del verdetto medico.

    Doppia caduta

    Andrea Iannone è caduto quest’oggi dopo aver firmato, tra l’altro con gomma dura, un eccezionale 1:47.500, un decimo sotto il primato ufficiale realizzato da Marc Marquez nel Gran Premo d’Italia del 2013. Questo tempo fa ben sperare in vista del Gran Premio del Mugello previsto per fine mese. Anche Andrea Dovizioso è sceso in pista con degli ottimi parziali e ha portato la sua Desmosedici GP 15 fino al crono di 1:47.8 con gomma media ma usata da parecchi giri. Riscontri molto interessanti sia per il Gran Premio di Le Mans che per quello del Mugello. Se i valori dovessero essere confermato la Ducati avrà sicuramente l’oppurtunità di lottare per il podio in queste gare. Dimenticato dunque il mezzo passo falso di Jerez gli uomini in rosso sono pronti a ripartire per continuare a stupire in questo ottimo 2015. La Ducati ora sta incrociando le dita per sapere se potrà contare o no su i suoi due piloti ufficiali nel prossimo weekend quando la MotoGP scenderà in pista a Le Mans, in Francia. Iannone attualmente è quinto in campionato con 50 punti conquistati.