Motogp: le voci dal Paddock

Notizie varie dal paddock

da , il

    colinassen

    La voce non è quella di “Elvis Edwards”, delle cui doti velocistiche potremmo anche discutere, ma non siamo informati riguardo quelle canore…

    Si tratta invece di quella di radio box: rumors e indiscrezioni dal back stage della MotoGp.

    Motore Honda con valvole pneumatiche

    Honda corre ai ripari giocando d’anticipo. Assodato che la RC212V non è la miglior moto progettata dal proprio reparto corse, tenta la carta della distribuzione pneumatica.

    Non potendo innalzare oltre una certa soglia (18.000 giri) il regime di rotazione, pena un’erogazione troppo brusca e consumi troppo elevati, alla HRC hanno deciso di intraprendere questa strada.

    Honda ha già padronanza di questa tecnologia, essendo utilizzata dal reparto ricerca che si occupa di Formula 1.

    Caccia aperta quindi al primo prototipo di RC212V con motore in questa configurazione.

    Non conferma, nè smentisce l’indiscrezione Satoru Horijke, responsabile dell’ HRC, che in Olanda ha fumosamente detto:” Abbiamo già iniziato a sviluppare la moto del 2008. La base è questa, perchè la nuova moto sarà il risultato dello sviluppo che stiamo facendo attualmente. Avrà la stessa configurazione di motore, ma non posso dire altro.

    Le “gole profonde” sostengono che potremmo vedere una RC212V “ibrida” già quest’anno nelle ultime gare della stagione.

    Roger Lee Hayden Wild Card a Laguna Seca

    In casa Kawasaki si era parlato della possibilità di schierare una terza “verdona” per la stagione 2008: progetto abortito.

    Pare invece molto più probabile che vi saranno tre Kawasaki al Gp degli Stati Uniti a Laguna Seca. La terza moto sarà affidata al fratello minore del campione del mondo. Roger Lee Hayden ha 24 anni ed è attualmente impegnato nel campionato AMA Superbike con la Kawasaki.

    Ian Wheeler, responsabile della comunicazione del team, spiega le ragioni di tale scelta:” Abbiamo scelto lui perchè conosce la pista ed è statunitense. Però non siamo in grado di schierare un terzo pilota in più di un paio di gran premi a stagione. Per questo forse ci sarà un’ulteriore possibilità e in tal caso chiameremo Roger Lee

    Nessuno vuole la KR

    “Un due di picche dietro l’altro”. E’ questo in sostanza l’esito del corteggiamento che il Team KR sta facendo a tutte la case schierate in MotoGp nella speranza di recuperare una fornitura di motori per la prossima stagione.

    Al “rifiuto preventivo” di Yamaha, che ha preso le distanze prima ancora di essere interpellata, e di Kawasaki, si aggiunge quello recente della Ducati.

    Pare proprio che il sodalizio tra KR e Honda stia tramontando; i giapponesi non vogliono fornire un secondo motore e Kenny Senior sostiene che senza una seconda moto la squadra non potrà sopravvivere.

    Il vero problema sono le prestazioni della KR in versione 2007. Tanto era un ottimo progetto quello dello scorso anno, tanto è pessimo quello attuale; pessimo al punto che il figlio Kenny Junior si rifiuta di guidare…

    Gomma da 16″: c’è chi dice si e c’è chi dice no

    La storia si ripete. Anche la Bridgestone ha necessità di far testare ai suoi piloti la gomma posteriore da 16″ e spinge perchè venga usata durante i turni di prove al fine di recuperare più informazioni e dati possibili.

    Opinioni discordanti tra i centauri, qualcuno apprezza e gradisce, qualcun’altro storce il naso e non ne vuol proprio sentir parlare (almeno per ora…).

    E’ il caso del Team Ducati: Stoner non vuole usare la 16″ pertanto il Team ha chiesto a Loris di sobbarcarsi il lavoro di sviluppo della gomma. Capirex, come sempre, si è dimostrato lavoratore indefesso e di buon grado ha accettato di occuparsene.

    Numero solo sul frontale

    Colpa del dio Denaro e della dea Aerodinamica. Dal 1 Luglio sarà possibile portare il numero di gara anche solo sulla parte frontale della moto e non più sui due lati. Più spazio per gli sponsor sulle carene, che significa anche più soldi per le squadre. Manna dal cielo sopratutto per i team privati, sempre più soffocati da costi che stanno crescendo esponenzialmente.

    Tendenza introdotta dalla Honda quest’anno a causa dell’aerodinamica minimalista della RC212V che non ha spazio per il numero di gara sulle fiancate.

    Turchia OUT, Indianapolis IN

    Sembra quasi certa l’introduzione in calendario di un secondo gran premio in terra statunitense. Il Nord America è considerato dalla Dorna terreno fertile e a tal proposito vi sono stati degli incontri, che sembra abbiano avuto esito positivo, tra la Dorna stessa e gli organizzatori americani di Indianapolis . Pare manchi solo la definizione di alcuni dettagli. La seconda gara a stelle e strisce di fatto estrometterebbe il gran premio di Turchia.