MotoGP, Loris Capirossi: “le ali Ducati sono pericolose”

MotoGP, Loris Capirossi: “le ali Ducati sono pericolose”
da in Curiosità MotoGp, Ducati MotoGP, Interviste MotoGP, Loris Capirossi, MotoGP 2017, MotoGP Austin, News MotoGP, Team MotoGP 2017
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    Marquez  e Iannon

    MotoGP Austin 2016 – Le vistose ali aerodinamiche della Ducati sono ancora sotto accusa. Durante la gara di Termas de Rio Hondo, alla prima curva del primo giro, c’è stato un contatto tra Marc Marquez e Andrea Iannone. Il ducastista ha toccato con l’ala la schiena dello spagnolo lasciando vistosi segni sulla tuta del pilota della Honda. Loris Capirossi ha voluto capire meglio la consistenza degli spoiler e sembra che l’ala sia quasi indistruttibile e di conseguenza molto pericolosa per l’incolumità degli altri piloti in pista. La redazione di Derapate seguirà LIVE l’intera gara. CLICCA QUI PER SEGUIRE LA DIRETTA!

    L’ex pilota ha testato l’ala Ducati con una vecchia carena e il risultato è stato inaspettato per ‘Capirex’: “Ho fatto un test e l’ala non si rompe. Questo potrebbe risultare pericoloso per gli altri piloti perchè in caso di contatto si rischia di tagliare o ferire gli avversari – ha spiegato l’ex pilota ora nella Direzione Gara della Dorna – Non penso che verranno proibite però bisognerà fare chiarezza perchè cosi sono pericolose in gara”. Bisogna ammettere che queste nuove alette sono molto vistose e più ingombranti di quelle introdotte l’anno scorso dalla scuderia di Borgo Panigale. La Ducati, a diversità della Honda, ha deciso di posizionare gli spoiler sui cupolini e in questo modo, come del resto è successo a Termas de Rio Hondo, la possibilità di toccare gli atri piloti è aumentata notevolmente. Per dover di cronaca, con moto che toccano i 350Km/h, è normale che queste alette siano ben ancorate alla carrozzeria altrimenti si rischierebbe di perderle nei rettilinei. Un problema ulteriore per la Ducati, già accusata nelle ultime ore da Pol Espargarò di essere la sola causa dell’esplosione dei pneumatici Michelin. Clicca qui per leggere la notizia.

    371

    PIÙ POPOLARI