MotoGP Malesia: per Pedrosa primo podio sul bagnato

Daniel Pedrosa chiude il Gran Premio di Malesia al secondo posto: per lo spagnolo del Team Repsol Honda è un ottimo risultato, tenendo conto che arrivato sul bagnato, cosa che ha sempre penalizzato la sua guida, e contro un imprendibile Casey Stoner

da , il

    Daniel Pedrosa chiude il Gran Premio di Malesia al secondo posto: per lo spagnolo del Team Repsol Honda è un ottimo risultato, tenendo conto che arrivato sul bagnato, cosa che ha sempre penalizzato la sua guida, e contro un imprendibile Casey Stoner.

    Oggi sul circuito di Sepang chiudere dietro Stoner è stato un po’ come vincere, dato che l’australiano della Ducati sembrava davvero di un altro pianeta e di fatto non ha avuto rivali. Per questo Dani Pedrosa non può che essere soddisfatto del secondo posto, anche perché è il suo primo podio conquistato su una pista bagnata (non consideriamo il “flag to flag” di Le Mans 2009 quando arrivò terzo dietro a Lorenzo e Melandri) condizione che ne ha sempre compromesso le prestazioni.

    Sono molto contento perché è il primo podio sul bagnato della mia carriera. Da anni lavoro molto su questo aspetto e finalmente è arrivato un risultato soddisfacente,” ha dichiarato il pilota della Honda, “È stata comunque dura fino alla fine perché Rossi ha fatto un grande rientro e ha spinto fino all’ultimo giro. È un ottimo secondo posto.

    Certo arrivare dietro Stoner nello Shell Advance Malaysian Grand Prix significa per Pedrosa abbandonare definitivamente l’ambizione di affermarsi come terza forza del Campionato MotoGP 2009: il canguro mannaro ha preso il largo in classifica generale e, con 11 punti da recuperare e un solo GP alla fine, lo spagnolo deve accontentarsi di un quarto posto nel Mondiale.

    A noi sembra giusto: la classifica rispecchia i valori messi in campo dai Fantastici Quattro durante la stagione. Anzi, senza il lungo ritiro forse Stoner avrebbe meritato qualcosa in più.