MotoGP Misano 2013: i commenti dei piloti dopo le qualifiche del GP di San Marino [FOTO]

da , il

    MotoGP MIsano 2013, prove libere (50)

    La scoppiettante sessione di qualifiche del Gran Premio di Misano, aggiunge un nuovo record stagionale dopo la fenomenale pole position conquistata da un sempre più velocissimo Marc Marquez. Sessione interamente dominata e incontrastata da parte del giovane esordiente di casa HRC che rifila oltre mezzo secondo al pilota più ‘vicino’ a lui: Jorge Lorenzo. Il campione del mondo in carica deve però accontentarsi di guardarlo da una non proprio comoda distanza di 5 decimi. Un ritardo che potrebbe creare imbarazzo, ma sul giro secco Marquez sembra davvero impossibile da battere da diverse gare a questa parte. La prova però vede anche una nota piuttosto preoccupante per quanto riguarda Dani Pedrosa che accusa oltre 8 decimi di distacco dal compagno, facendosi precedere pure da Valentino Rossi (qui la sua dichiarazione) pur con un mezzo decisamente inferiore.

    La serie di commenti parte ovviamente dall’autore di questa ennesima pole position con record annesso! Marc Marquez sbriciola ogni ambizione da parte degli avversari di poterlo impensierire, così, dopo Silverstone, ecco un nuovo record nel suo personale bottino stagionale: “Questa pole è stata molto bella e mi riempie di felicità! Ho fatto davvero un gran giro! Peccato per la caduta nella FP4; so che è stata colpa mia, ma l’importante è sapere dove ho sbagliato. Durante la qualifica mi sentivo in forma e sono riuscito a tenere un buon passo per tutta la sessione. Domani ci saranno molte cose da valutare, sopratutto dovrò stare attento a Lorenzo che ha un ritmo decisamente buono. Anche Valentino Rossi non sarà facile da battere perché è la sua gara di casa e inoltre è sempre andato forte durante le prove; sono sicuro inoltre che anche Dani Pedrosa sarà tra i protagonisti. Il mio obiettivo è quello di fare una buona partenza e cercare di raccogliere il miglior risultato possible.”

    Jorge Lorenzo ci prova sempre, ma nonostante i ripetuti sforzi deve cedere anche questa pole al connazionale di casa Honda: “Mi aspettavo di essere un po’ più veloce su questa pista rispetto all’anno scorso, invece non siamo riusciti ad esserlo. Abbiamo si avuto dei miglioramenti, ma non sono stati sufficienti per poter stare più vicino a Marquez che ha fatto un giro veramente incredibile. Purtroppo stiamo accusando qualche problema in frenata e anche in accelerazione, per questo siamo così lontani dai tempi di Marc. Cercherò di partire bene domani, magari cercando di seguire Marquez se dovessi trovarmi dietro a lui.”

    Dani Pedrosa: “Siamo stati fortunati ad ottenere il quarto tempo, perché abbiamo avuto problemi con le gomme posteriori. Non so esattamente cosa sia successo, ma non avevo grip. Nella sessione di prove libere abbiamo cambiato le gomme due volte, poi in qualifica siamo ancora passati ad una nuova gomma, ma non c’è stata mai una buona risposta. Non sappiamo se il problema siano le gomme, con la moto o con l’asfalto. Nei momenti finali abbiamo fatto un altro cambiamento e improvvisamente ho avuto di nuovo un po’ più di grip, ed è grazie a questo che siamo stati in grado di fare il quarto tempo. Per domani però, siamo sicuri di poter fare una buona partenza e fare una buona gara.”

    Alvaro Bautista: “Non posso certo dire di essere contento perché in prova avevamo dimostrato di avere un buon potenziale che invece si è completamento dissolto nel corso delle qualifiche. Mi dispiace perché avevamo fatto un buon lavoro e mi aspettavo di ottenere un risultato migliore. Mi conforta il fatto che abbiamo un buon ritmo e quindi con una buona partenza dovremmo riuscire a recuperare terreno anche se non sarà facile perché sulla pista di Misano i sorpassi sono difficili.”

    Andrea Dovizioso: “Mi dispiace molto per la qualifica perchè non sono riuscito a fare un giro perfetto e partire dalla terza fila non sarà facile. La seconda fila era molto importante qui perchè le prime curve sono impegnative ed è difficile poter sorpassare e recuperare. Forse però abbiamo il passo giusto per lottare per la sesta posizione, cosa che nelle ultime gare non è mai successa e questo è molto positivo. Sarà una gara lunga e difficile ma siamo messi meglio rispetto alle ultime gare.”