MotoGP Misano 2013: in arrivo il Gran Premio di San Marino

Anteprima del gran Premio della MotoGP di Misano Adriatico 2013

da , il

    Circuito misano

    Gli oltre 4.200 metri che compongono il Marco Simoncelli world circuit di Misano Adriatico, sono pronti ad ospitare il 13° round di questa avvincente stagione del motomondiale 2013. Il Gran Premio di San Marino è uno degli appuntamenti più sentiti dal pubblico italiano che puntualmente accorre numeroso sulla pista romagnola per vedere in azione i piloti del campionato motociclistico più prestigioso del mondo. Si torna dunque in terra italiana dopo il Gran Premio del Mugello e, anche se il GP è ufficialmente sotto la bandiera delle tre torri, il pubblico e l’atmosfera sono un po’ l’emblema dell’Italia del motociclismo, visto che il luogo dove è ubicato il circuito, è per eccellenza la patria del miglior vivaio di campioni che negli ultimi anni ha infuocato l’asfalto dei tracciati di tutto il mondo. Un Gran Premio importantissimo per molti piloti che, nella riviera romagnola, vorranno dare un ulteriore scossa ad un campionato sempre più acceso ed incerto.

    Il Gran Premio di Misano Adriatico è uno degli appuntamenti stagionali più attesi, specialmente dal pubblico italiano che nella bella riviera romagnola può assistere ad un vero GP di casa per molti piloti che proprio su questo tracciato hanno lasciato le loro prime piccole impronte, che saranno poi diventate delle vere e proprie orme, impresse non solo sull’asfalto dell’ex Santa Monica, ma anche nella memoria di tutti gli appassionati di questo splendido sport.

    Il Misano world circuit è casa di alcuni dei piloti più stimati e vincenti dell’intero ambiente motociclistico degli ultimi anni; su tutti spuntano i nomi di Valentino Rossi, Marco Melandri, Loris Capirossi e Marco Simoncelli; a quest’ultimo, il 9 giugno del 2012 è stato intitolato l’attuale nome del tracciato in memoria al giovane pilota scomparso durante il Gran Premio della Malesia il 23 ottobre del 2011.

    Dopo 12 gare…

    Sono 4 i piloti che in questa stagione 2013 hanno saputo conquistare la vittoria: Marquez, Lorenzo, Pedrosa e Valentino Rossi. Il pilota che più ha saputo sfruttare tutte le potenzialità, gli eventi a favore e i mezzi a disposizione è sicuramente Marc Marquez; il giovane rookie di casa HRC è l’attuale leader della classifica mondiale e se analizzassimo gli elementi che lo hanno catapultato così in alto nella sua stagione d’esordio ci sarebbe molto da dire. Una serie di contesti favorevoli mischiati all’innegabile valore e talento di questo giovane ragazzo che, seppur acerbo in alcune circostanze, ha messo in chiara evidenza le qualità di un vero campione. Certo, alcuni eventi molto importanti hanno favorito questa scalata a Marquez, ma non bisogna dimenticare che è stato capace di vincere duelli e gare anche con avversari nel pieno della loro forma.

    Dopo la gara di Silverstone però, tutto sembra essersi riequilibrato; la vittoria di Lorenzo e un secondo podio molto ravvicinato tra i tre principali protagonisti di questa stagione, daranno certamente il via ad una parte di campionato che non lascerà troppo respiro né ai diretti protagonisti né allo spettatore!

    Misano: round importantissimo!

    La stagione 2013 della MotoGP ha riservato non poche sorprese; dopo la splendida gara di Silverstone, chi diceva che il campionato fosse chiuso, ha dovuto ricredersi un pochino, sopratutto dinanzi alla fenomenale prestazione di Jorge Lorenzo che, con una mossa da vero campione, riapre ogni discorso sulla sua effettiva grandezza e capacità di contrastare anche le gesta e il talento del pilota più veloce e costante di questa annata: Marc Marquez. Un campionato bellissimo, ravvivato dalla caparbietà di questi due piloti che terranno aperta ogni probabilità di assistere ad un titolo che verrà assegnato solo dopo una stagione davvero incerta e spettacolare fino all’ultima gara.

    La tappa di Misano è un evento importantissimo sopratutto perché tra i piloti che qui hanno dominato negli ultimi anni c’è Jorge Lorenzo. Il campione del mondo in carica è infatti il vincitore delle ultime due edizioni, e l’ultima gara in Inghilterra ha chiaramente rimarcato che ora è da lui che Marquez deve guardarsi piuttosto che dal suo compagno Daniel Pedrosa che, si ha un minor distacco in classifica, ma in pista non sembra crederci quanto il suo connazionale della casa di Iwata anche se resta uno dei tre pretendenti al titolo iridato.

    Gli elementi che possano far presagire un Gran Premio interessante e avvincente ci sono tutti; la vittoria di Lorenzo a Silverstone ha chiaramente aperto una nuova interessantissima parentesi su un campionato che di parentesi ne ha già aperte molte, dettagli che stanno facendo la differenza in questa bellissima stagione.

    Buon Gran Premio a tutti!

    A cura di Alessio Mora