MotoGP Misano 2013: Jorge Lorenzo è tornato, Valentino Rossi mai arrivato

da , il

    Si è concluso il 13mo appuntamento del motomondiale, il GranPremio di San Marino, sul circuito dedicato a Marco Simoncelli. Lorenzo stravince alla sua maniera, Marquez limita i danni con un ottimo secondo posto in ottica mondiale, Pedrosa dimostra (nel caso ci fosse ancora bisogno di farlo) di avere il fiato corto e Rossi plafona per la sesta volta consecutiva al quarto posto.

    La pista di Misano è una pista molto scivolosa e con poco grip, per piloti con guida pulita e regolare, piloti che sono in grado di mantenere e gestire le alte temperature dell’asfalto per i pneumatici e nello stesso tempo sfruttare le alte velocità che si raggiungono.

    Lorenzo è il pilota perfetto per questo tipo di guida e lo dimostra sin dal warm-up dove sistema e trova l’assetto e poi sfrutta perfettamente il nuovo cambio seamless (permette l’inserimento della marce dalla seconda in poi molto più veloce). Dopo un solo giro fa registrare oltre un secondo di distacco su Pedrosa e conclude la gara in scioltezza con con 3.3 secondi su Marquez e 7.3 su Pedrosa. Una gara da fenomeno ritrovato dopo la difficile estate di infortuni e sofferenze.

    Marquez dopo delle qualifiche incredibili e il record sulla pista si spegne e fatica un po’ per tentare la rimonta su Lorenzo. Questo non gli vieta di annichilire il suo compagno di squadra Pedrosa e uno spento Rossi. Conclude secondo e mantiene un distacco di 34 punti a 5 gare dalla fine del mondiale sui diretti inseguitori.

    Pedrosa salvo sorprese si chiama fuori dalla lotta alla vittoria finale e Rossi dimostra definitivamente di essere un pilota da quarto posto, lontano dai primi tre con o senza cambio Seamless.

    IL NOSTRO INTERVENTO IN RADIO!

    Ascoltateci in radio, cliccate [sc_embed_player fileurl="http://derapate.allaguida.it/img/motori-misano-2013.mp3"]

    LE PADDOCK GIRLS DI MISANO