MotoGP Misano 2016, Valentino Rossi: “Partire in prima fila qui sarà molto importante”

da , il

    MotoGP Misano 2016. Protagonista fin dalla prove libere è stato proprio uno dei padroni di casa, il più atteso di tutti, Valentino Rossi. Lui e la sua Yamaha hanno fatto il possibile per ottenere la prima fila su questo circuito. La missione è stata compiuta, Valentino scatterà dalla seconda posizione, dietro ad un Jorge Lorenzo che ha compiuto un autentico successo, conquistando una pole position da record. Rossi era sembrato in difficoltà dopo le FP4, ma ha tirato fuori dal cilindro un gran risultato, cambiando a sorpresa le gomme. Si perché le prime gomme provate, con una mescola più dura, dovevano essere maggiormente performanti, ma in verità si sono rilevate non appropriate, cosa che invece sono state quelle a mescola più morbida. Le Yamaha sembrano davvero molto competitive sul circuito di San Marino. Una vera incognita potrebbe essere il tempo in vista di domani, qualcuno minaccia che possa anche piovere. Per seguire LIVE in diretta web la gara della MotoGP Misano 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Valentino Rossi ha rilasciato queste dichiarazioni al termine delle qualifiche: “Ero preoccupato dalla prima gomma, ma durante questo weekend abbiamo avuto delle gomme che vanno meglio e delle gomme che vanno peggio. Ed è successo un po’ a tanti. Con la prima ho spinto un po’ forte, ho fatto 1.32.900, con la seconda ho spinto e sono andato decisamente bene, al primo giro ho fatto subito 1.32.300, quindi sapevo di poter togliere un pelino e sono andato a prendermi un tempo di 1.32.100. Sono contento perché partire qui in prima fila è decisamente importante, adesso dobbiamo concentrarci e cercare di mettere a posto tutti i dettagli, perché abbiamo ancora tante indecisioni, specialmente sulle gomme da montare, davanti e dietro“. Valentino ha dimostrato durante le varie sessioni di prove libere di avere un bel passo gara, non il più veloce, ma molto vicino a quelli di Marquez e di Lorenzo. I due spagnoli saranno una vera spina nel fianco del pilota di Tavullia, che come sempre in gara si trasforma e da quel quid in più che non sempre vediamo durante i giri lanciati.